il network

Sabato 26 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


3 giugno 1953

L'incoronazione di Elisabetta II e la Festa della Repubblica Italiana

trasmesse in diretta televisiva

L'incoronazione di Elisabetta II e la Festa della Repubblica Italiana

La cerimonia dell'incoronazione è stata per la prima volta trasmessa in diretta televisiva dalla BBC
LONDRA, 2. — La più pittoresca cerimonia del secolo ha avuto luogo a Londra.
Elisabetta II è stata incoronata Regina d'Inghilterra.
Particolari curiosi, tipici costumi, riti antichi, colori, suoni, tutto è passato davanti agli occhi di milioni di persone, presenti o lontana; Radio di tutti i Paesi, televisione, cinema, tutto era mobilitato per questo giorno.
I mezzi che la tecnica moderna ha creato consentendo di udire a distanze incommensurabili e di vedere oltre, assai oltre la potenza dei più perfezionati cannocchiali, han fatto si che non solo gli spettatori dislocati sul passaggio o nella cattedrale di Westminster ma tutto il mondo potesse assistere alla cerimonia della incoronazione.
Così le parole che l'arcivescovo pronunciava a bassa voce nel raccoglimento di un colloquio tra due anime, han potuto risuonare negli orecchi di tutti, e per tutti si sono fatti chiari i gesti della liturgia.

A Roma la 7^ Festa della Repubblica
ROMA, 2. — Nell'incantevole scenario dei Fori Imperiali, le Forze Armate Italiane hanno celebrato stamane il settimo anniversario della Repubblica con una grandiosa rivista militare. Complessivamente hanno partecipato alla rassegna undicimila uomini, con 26 bandiere decorate al valore, 180 pezzi di artiglieria, 220 mezzi corazzati, 70 mezzi blindati, 50 mezzi cingolati, 700 automezzi. Alla rivista ha presenziato il Presidente della Repubblica con tutte le alte cariche dello Stato e il corpo diplomatico al completo.

La festa della Repubblica è stata anche celebrata, con sfilate militari e cerimonie per la consegna di ricompense al valor militare, a Milano, Torino, Genova, Firenze, Napoli, Venezia, Bologna, Palermo, Gorizia, Bari e in altre principali città.

In un suo messaggio agli italiani trasmesso stasera dalla RAI, il Ministro della Difesa Pacciardi ha dichiarato tra l'altro: «Dunque è vero. L'Italia è risorta.
I suoi campi sono stati sminati. Le sue ferrovie sono state ripristinate. Le sue strade sono state riattate. I suoi ponti sono stati riparati. Le sue case sono state ricostruite. I suoi porti sono stati riaperti al traffico. Le sue officine sono state riaperte al lavoro, il suo mare è solcato da nuove navi e nuove bandiere. Ma la ricostruzione fisica, benché imponente, è poca cosa innanzi alla ricostruzione morale. Lo spettacolo al quale abbiamo oggi assistito in tutte le città italiane e in Roma, capitale e cuore d'Italia, dimostra che le passioni ereditate dal tracollo del regime del ventennio, benché rumorose ancora, sono vacue e superficiali. L'Italia si è disancorata dalla melma della disfatta. Si è ricostruita anche l'anima della Nazione. Quale cammino ascendente ogni anno da quando il popolo ha ripreso in mano le leve del suo destino, da quando l'Italia è di tutti gli italiani. Le vie del progresso sono spalancate dinanzi a noi: chi vuole tornare indietro è stolto. Chi dispera è codardo».

30 Maggio 2020