il network

Lunedì 18 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CAMISANO

"Rischiamo di chiudere
per colpa del Comune"

Impresa edile in bilico: al centro della contesa le verifiche su un magazzino


CAMISANO — «Se mi faranno sgomberare davvero il magazzino, non mi resterà che chiudere l’azienda, lasciando a casa quattro dipendenti fissi e una decina di collaboratori»: Salvatore Tranni, titolare di un’impresa edile con base a Camisano, non sa darsi pace. Nei suoi confronti il Comune ha avviato un procedimento volto a verificare il corretto utilizzo degli spazi di via Cisporta che l’artigiano ha adibito a deposito del proprio materiale edile: «Vogliono farci chiudere solo perché originariamente lo stabile ospitava una stalla — spiegano Tranni e la moglie Maria De Paola —, ma nel corso degli anni abbiamo apportato una serie di migliorie che oggi rendono questo spazio assolutamente sicuro e senza pericoli». Concetti che l’imprenditore ha scritto nero su bianco in un documento inviato nei giorni scorsi ai carabinieri, alle associazioni di categoria e ad un avvocato, oltre che in municipio. 

08 Aprile 2014