il network

Venerdì 30 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


All'interno dell'allevamento di visoni


13 Settembre 2013

Commenti all'articolo

  • Giorgio Michelangelo

    2013/09/24 - 20:18

    Ignobile asserire che animali nati per correre e per nuotare nei fiumi, ridotti in una gabbia di un metro quadro, stiano bene e siano accuditi. Difendere la cattività e l'uccisione massiva ed organizzata di queste creature per venderne le pelliccia è davvero ignobile e amorale. Spero che gli allevatori possano sentire le urla di queste piccole vittime innocenti ogni notte.

    Rispondi

  • Alessandra

    2013/09/17 - 10:36

    io sono davvero sconvolta, a parte l'augurio di fallire al più presto a questo nazista che detiene le vite di poveri esseri in condizioni VOMITEVOLI per il proprio lucro (non che se fossero galline nelle medesime condizioni sarei meno indignata, sia chiaro!), ma mi chiedo come un servizio di informazione nel 2013 possa dare spazio a obbrobri del genere, legittimandoli agli occhi delle famiglie che vi seguono come fosse una attività normale ammazzare animali x vezzi di qualche "donna" ignorante e crudele! Made in italy un corno, andate a vedere come lavora l'industria del design sostenibile e del l'abbigliamento cruelty free per vedere persone che dedicano la vita a cercare di migliorare il mondo e gli uomini! Siamo nel futuro, questo è più che Medioevo!!! È ora che c'è ne accorgiate tutti cari "giornalisti"!

    Rispondi

  • barbo

    2013/09/16 - 22:36

    Francesco, sei un troll o un idiota? per favore dimmi che sei un troll. perché il tuo commento, sommato a questo "servizio" vergognoso, mi ha fatto proprio saltare i nervi, per tutto ciò che rappresenti. non spendo una parola di più per questa latrina mediatica.

    Rispondi

  • marco

    2013/09/16 - 12:01

    Ricevo via Facebook il link del video. Lo vedo e rimango senza parole. La persona che parla sta descrivendo come assolutamente normale una fabbrica di morte! Parla di "benessere" dei condannati, per chi non lo avesse capito sono i Visoni (la V maiuscola non è un errore) in modo falso e fuorviante perchè è evidente, tra le tante e visto il destino finale, anche solo la gabbie e le loro dimensioni dove sono costretti. D'istinto riporterei una serie di improperi molto al di là del lecito e di quello che dovrebbe essere il rapporto tra Uomini. Il problema è se considerare Uomini tutti coloro, non solo l'intervistato, che contrabbandano per normale l'assasinio di animali indifesi per puro fine economico. Ci si interroga su come porre fine a questa e a tante altre realtà crudeli e inumane simili. Non è facile trovare soluzioni che non siano la violenza che suscitano. Sicuramente potrò essere un turista accorto che evita quei territori invitando altri a fare lo stesso: l'arma economica

    Rispondi

  • Francesco

    2013/09/15 - 14:38

    Volevo complimentarmi con chi mantiene alto il Made in Italy nel mondo con allevamenti che regalano produzioni di altissima qualità. Volevo ringraziare chi fa dell' agricoltura Italiana un' attività stimata in tutto il mondo e tramite la dedizione al lavoro, il benessere animale crea occupazione e fa crescere il PIL in maniera esponenziale. Volevo davvero far notare a tutta la società civile che questo comparto agricolo dalle molteplici soddisfazioni è uno dei pochi che regala queste stupende giornate all' insegna della trasparenza e della limpidezza di un settore che a causa dell' ignoranza di troppe persone è sempre sottoposto a un processo mediatico ingiusto e scellerato.

    Rispondi

Mostra più commenti