Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CALCIO

Serie C, Pergolettese: contro il Sudtirol serve un'impresa

La capolista non ha ancora perso una partita. Mister Lucchini potrebbe optare per la difesa a tre

Dario Dolci

Email:

redazione@laprovinciacr.it

23 Gennaio 2022 - 10:27

Serie C, Pergolettese: contro il Sudtirol serve un'impresa

L'attaccante della Pergolettese Mattia Morello

CREMA - La prima della classe per la prima gara del 2022 (oggi alle 14.30 al Voltini). Cliente peggiore per la ripartenza, la Pergolettese non poteva augurarsi ma, considerato che la ripresa dopo un lungo stop può sempre riservare delle sorprese, far buon viso a cattiva sorte è l’unica scelta possibile. Dire che i rapporti di forza in campo saranno tutti sbilanciati a favore degli altoatesini è superfluo. Il Sudtirol ha il doppio dei punti dei cremaschi, non ha ancora perso una partita e può vantare la miglior difesa di tutto l’italico calcio professionistico. Se si considera che i biancorossi subiscono un gol ogni 342 minuti, riuscire a fare breccia nella loro porta appare un’impresa per chiunque. Di questi numeri, tuttavia, non si è accontentata la dirigenza altoatesina, che in settimana ha investito senza badare a spese. Gli acquisti del centrocampista Mawuli e dell’attaccante Galuppini hanno comportato cifre da capogiro, se rapportate con la realtà media della categoria.

Venendo in casa gialloblù, per il match odierno, il tecnico Stefano Lucchini deve fare a meno, per motivi vari, di Zennaro, Piccardo, Lepore, Bortoluz, Palermo, Cancello e Guiu Vilanova. In settimana, l’attaccante Faini è stato ceduto al Franciacorta, facendo segnare il primo movimento del mercato cremasco. Gli elementi disponibili sono soltanto 21. Il difensore Ferrara non è al meglio della condizione e potrebbe partire dalla panchina. Considerati gli elementi arruolabili, il trainer gialloblù potrebbe anche proporre la squadra secondo il modulo 3-5-2, già utilizzato in qualche occasione. Se così fosse, nell’undici iniziale, piuttosto obbligato, troverebbero spazio il portiere Galeotti, i difensori Nava, Lucenti e Lambrughi, i centrocampisti Bariti, Girelli, Arini, Varas e Villa e gli attaccanti Scardina e Morello. Se invece l’opzione fosse ancora un 4-3-3, Villa scalerebbe a sinistra della difesa e Bariti avanzerebbe nel tridente offensivo. In panchina ci saranno tre Over e sette Under.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400