Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CALCIO

Serie B, Balata: «Stadi aperti almeno al 50%»

Il presidente della Lega: «Grazie al piano vaccinale ora si può pensare di riaprire». E lo Zini si prepara

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

05 Luglio 2021 - 15:01

Serie B, Balata: «Stadi aperti almeno al 50%»

Il presidente Mauro Balata

CREMONA - Un campionato lungo e difficile, logorante e impegnativo, mai scontato fino all’ultimo minuto. La Serie B si conferma torneo di primissimo livello, sempre più seguito e apprezzato dal grande pubblico che, se tutto andrà come si spera, potrà finalmente tornare anche negli stadi: "I problemi causati dalla pandemia all’economia sono devastanti - ha spiegato il presidente della Lega Serie B Mauro Balata in occasione della presentazione dell’accordo con Helbiz, titolare dei diritti OTT del campionato -, il fatto di aver portato avanti il campionato riuscendo a completarlo in condizioni critiche è stato un lavoro enorme, un impegno e un sacrificio incredibile da parte di tutte le società. Adesso siamo in una fase diversa rispetto a quelle precedenti, con il piano vaccinale e ampie fasce della popolazione che hanno fatto il vaccino, quindi credo che all’interno di uno stadio, che è un teatro aperto dove si possono distanziare le persone, si può pensare di aprire almeno al 50%, perché sotto il 40% le società ci rimettono, sono tutti costi senza alcun margine". 

Un campionato, quello di B, che negli ultimi anni ha attirato un numero crescente di imprenditori, consapevoli dell’importanza che un investimento su squadre radicate nel territorio possa portare grandi benefici alle proprie attività. Dal Monza di Berlusconi al Brescia di Cellino, ma soprattutto il Como della ricchissima famiglia indonesiana Hartono, con i due fratelli Robert e Michael entrambi tra i 100 uomini più ricchi al mondo secondo Forbes, gruppi imprenditoriali sempre più interessati all’ingresso nel calcio ("Il nostro obiettivo è quello di mantenere la categoria", ha spiegato l’allenatore Giacomo Gattuso).

E la B risponde con numeri da grande categoria, basti pensare ai 16 nazionali su 26 che stanno giocando l’Europeo con l’Italia e che sono passati dalla Serie B: "Siamo i primi in Europa per minutaggio Under 23, e solo questo dato parla da solo - spiega Balata -. Manca però un piccolo passaggio: questo lavoro, che è molto costoso per le nostre società, deve essere valutato e premiato dalle istituzioni sportive, cosa che in questo momento non avviene, e ciò significa che questi investimenti che facciamo sono messi a dura prova e a grave rischio. Ho fatto più volte appello alle istituzioni, credo che questo lavoro debba essere valutato anche sotto forma di importante riconoscimento economico". 

Un campionato che potrà contare dal prossimo anno su testimonial d’eccezione come Buffon, che ha scelto di tornare a Parma per tentare il ritorno in Serie A ("Per noi è una grande soddisfazione - ha detto Balata -, io sono grato a questo grande campione che ha scelto di tornare nella società dove è cresciuto, ne siamo orgogliosi"), sul Monza in cerca di rivalsa dopo l’eliminazione ai playoff ("Ci è mancato un gol per arrivare in finale", ha detto Adriano Galliani), ma che guarda anche con interesse e non poca preoccupazione anche alla questione Salernitana, neopromossa in A ma al centro del complesso problema della doppia proprietà, con la Federcalcio che dovrà esprimersi sul trust proposto da Lotito, e Balata che ha voluto fare chiarezza sulla sua posizione: "Mi sono espresso più volte sul tema della multiproprietà: credo che andasse affrontato molto prima, noi come Serie B lo abbiamo segnalato più volte, ora è arrivato il momento di fare chiarezza. Ma per fare chiarezza ci vogliono pareri superiori, qualcuno di indipendente che dica se il sistema calcio è compatibile con le multiproprietà. Io non credo, però la mia opinione non conta nulla, ci vogliono delle autorità che dicano se questo istituto produce o meno distorsioni all’interno del sistema calcistico". (ITALPRESS).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400