il network

Venerdì 25 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


LA STORIA DI LUCA

«Niente calcio», a 13 anni gioca e vince a bocce

L’entusiasmo del piccolo Domaneschi: «È uno sport bellissimo, ho iniziato quando avevo 7 anni. Gioco per la Canottieri Flora e il mio sogno è diventare campione del mondo, il mio idolo è papà»

«Niente calcio», a 13 anni gioca e vince a bocce

Luca Domaneschi

CREMONA (10 agosto 2020) - «Sì lo so che suona un po’ strano, me lo sento ripetere da quando sono piccolissimo. Tutti pensano che le bocce siano un’attività da vecchi e da bar, ma non è così, è un bellissimo sport e la mia passione negli anni è sempre cresciuta». A parlare è Luca Domaneschi, un ragazzino di 13 anni che gareggia e vince a ripetizione per la Canottieri Flora e che convintamente difende la sua scelta di praticare uno sport, le bocce, considerate erroneamente dai più, un non-sport, o comunque un’attività adatta alla terza età e non certo ad un ragazzino.  «Ho iniziato quando avevo 7 anni. Gioco per la Canottieri Flora e il mio sogno è diventare campione del mondo, il mio idolo è papà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

10 Agosto 2020

Commenti all'articolo

  • Edgardo

    2020/08/12 - 03:25

    In attesa del virus addomesticato, dobbiamo giocare con i guanti?

    Rispondi