il network

Sabato 26 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


CALCIO DILETTANTI

Uniti si può fare, ecco la Ciria

Tra Corte de' Frati, Olmeneta e Pozzaglio nasce una nuova società calcistica con grandi ambizioni. Partirà dalla Terza. Il neopresidente Visini: «Aperti anche a Grontardo, saremo il club del territorio»

Uniti si può fare, ecco la Ciria

CORTE DE' FRATI (5 giugno 2020) - Si chiamerà Ciria Calcio 2020. I colori sociali saranno il nero e il verde. E partirà dalla Terza categoria con una missione: diventare il nuovo polo calcistico di riferimento per il territorio compreso tra i comuni di Corte de' Frati, Olmeneta e Pozzaglio. In tempi di crisi e di incertezza sulla ripresa dello sport, una nuova società è pronta ad arricchire il panorama dilettantistico cremonese, superando la vecchia logica dei campanilismi in favore di un principio più moderno: unire le forze per costruire qualcosa di ambizioso. Il progetto, partito da Gianmario Visini e sostenuto da un corposo gruppo di appassionati del territorio, inclusi Rosolino Azzali (sindaco di Corte de' Frati) e Alessandro Ceruti (vice-sindaco di Pozzaglio), è ormai decollato. Il sodalizio punta anche a Grontardo, eventualmente Scandolara Ripa d’Oglio e agli altri paesi limitrofi, presentandosi come la declinazione calcistica dell’Unione dei Comuni dell’Oglio Ciria. Nei prossimi giorni il club verrà registrato a livello legale e affiliato alla Figc, pronto a partire dalla Terza dalla stagione 2020-2021. Ma con lo sguardo rivolto verso le categorie superiori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Giugno 2020