il network

Lunedì 18 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


VOLLEY SERIE A FEMMINILE

La E' Più Pomì sbanca Perugia (3-1)

Prova solida e di carattere delle rosa di Gaspari. E domenica sfida alle campionesse d'Italia di Conegliano

Perugia - E' Più Pomi Casalmaggiore diretta ore 17

PERUGIA (20 ottobre 2019) - La E'Più Pomì Casalmaggiore festeggia la prima vittoria e con essa i tre punti sul campo della Bartoccini Fortinfissi Perugia al termine di un match scorbutico che le rosa sono state brave a girare a proprio vantaggio nella pancia di un terzo set che rischiava di compromettere la contesa sull'1-1 e con Perugia avanti 17-13. Le ragazze di coach Gaspari, trascinate da un'ottima Cuttino, ribaltano l'inerzia e comandano il quarto set chiudendo il discorso e portandosi a quota 4 punti in classifica (22-25,25-22, 21-25, 17-25). Domenica prossima match ad alto coefficiente per le rosa attese sul campo delle campionesse d'Italia dell'Imoco Volley Conegliano.

STARTING SIX

Bartoccini Fortinfissi Perugia: Demichelis, Bidias, Mio Bertolo, Montibeller, Lazic, Strunjak, Bruno (L).

E'Più Pomì Casalmaggiore: Antonijevic, Carcaces, Popovic, Cuttino, C. Bosetti, Stufi, Spirito (L).

1 set - Bovari preferisce Strunjak a Casillo e Lazic ad Angeloni mentre Gaspari conferma il sestetto (in formazione la giovane Giulia Visioli come secondo libero per dare la possibilità a Maggipinto di vestire la maglia da giocatrice di movimento). Le rosa sono farraginose nell'esposizione con Antonijevic che balbetta specialmente negli inviti in posto quattro consentendo a Perugia di prendere bene le misure a muro e firmarne tre vincenti nei primi dieci punti per il 9-7. Il servizio di Bosetti forza lo slash di Bidias per l'11-11 ma Casalmaggiore non sembra avere il mordente adatto per sovvertire l'andamento del set e sul 13-11, dopo l'ennesimo mani out subito (nessun muro vincente), Gaspari decide di parlare alle ragazze. Il rientro in campo è però traumatico perchè Popovic spara prima sul muro e poi out due inviti di Antonijevic, Spirito manda lunga una ricezione prima che Bosetti non si accorga dei tre tocchi e sul terzo alzi un pallone commettendo infrazione di quarto tocco con Gaspari che chiama Popovic in panchina per Veglia sul 16-11. Proprio il turno al servizio dell'ex Brescia nella P3 delle padrone di casa vale il break delle rosa con il muro-difesa ad alzare il proprio rendimento sino al 16-16. E' la svolta del match perchè Scuka rileva Cuttino in seconda linea e nonostante l'ultimo acuto locale (18-16) le rosa prendono le misure e piazzano il break (6-2) che forza il time out locale (con l'ingresso di Angeloni per Lazic) sul 20-22 che anticipa di poco il 22-25 che vale l'1-0 ospite.

2 set - Angeloni resta in campo per Lazic così come Veglia per Popovic ma il secondo parziale inizia con un'altra sinfonia rispetto al primo perchè le rosa sembrano più sul pezzo, limitano le uscite di Demichelis e scappano presto sul 4-8. Potrebbe essere un set in controllo per Casalmaggiore che invece si complica presto la vita patendo i difetti di connessione sull'asse Antonijevic-Cuttino, specie da seconda linea, rianimando così Perugia che aggancia già a quota 9. Quando anche Spirito macchia la propria prestazione con due ricezioni abbondanti ecco che la Bartoccini sorpassa e sul 13-12 Gaspari ferma i giochi. E' ancora il servizio di Veglia a guastare i piani di fuga di Perugia dato che sulla battuta della 16 di Casalmaggiore Demichelis fatica ad organizzare gioco consentendo al muro di incassare sino al 15-17 del time out Bovari. L'ingresso di Raskie in prima linea per Demichelis crea più di un grattacapo a Casalmaggiore che nonostante il cambio sulla diagonale di palleggio per tenere l'attacco a tre in prima linea non trova soluzioni in attacco, paga pegno in ricezione e sul 22-20 Gaspari ferma i giochi. L'inerzia è però compromessa e Montibeller punisce i ritardi a muro di Casalmaggiore sino al 25-22 dell'1-1.

3 set - La E'Più Pomì sembra perdere lucidità e consapevolezza del proprio valore con l'attacco che fatica a dare continuità alla propria prestazione mentre muro-difesa difettano ancora parecchio al cospetto dell'attacco perugino. Il 3-0 iniziale di Casalmaggiore è un fuoco di paglia che Perugia spegne in fretta confidando sulla solidità del proprio muro e sull'efficacia del contrattacco. La battuta insidiosa di Demichelis mette nel mirino Carcaces e la scelta paga dividendi altissimi perchè la cubana si affossa, l'attacco rosa non esce dalla rotazione e finisce per sprofondare sul 14-9 ad esito del time out di coach Gaspari. Popovic rileva Veglia e a fatica le rosa sembrano invertire la tendenza con Bosetti che dopo un punto infinito riporta a contatto Casalmaggiore sul 17-16. Carcaces pesca l'ace del 18-18 e lascia il campo a Scuka in seconda linea mentre Perugia sbanda, commette qualche imprecisione concedendo alle ospiti di mettere la freccia per il 20-22 del time out Bovari. La E'Più Pomì è una sentenza a muro e con le mani protese chiude ogni varco portandosi sul 21-25 del 2-1.

4 set - Vantaggio minimo per Casalmaggiore nella prima parte del quarto set con Perugia che trova sempre il modo per replicare tenendo le ospiti al guinzaglio. Cuttino scrive il primo vantaggio (+2) sensibile presto copiata da Carcaces che con un ottimo contrattacco spinge le rosa sul 9-12. Cuttino diventa letale con Perugia che fatica a contenerla e dunque a ridurre il gap nei confronti di una E'Più che mantiene il vantaggio e allunga sul 15-20 del time out Bovari. Il finale è scritto ed è Bosetti a mettere le mani sulla palla del 17-25 finale.

20 Ottobre 2019