il network

Domenica 16 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


VOLLEY A1 FEMMINILE. COPPA ITALIA

E' Più Pomi, l'illusione dura un set: poi passa Busto

Ll'Uyba stacca il pass per le final four e condanna Casalmagiore all'eliminazione: 2-1 (15-25, 25-19, 25-22)

Busto Arsizio-E' Più Pomi Casalmaggiore ore 20.30

Valentina Arrighetti della E' Più Pomì Casalmaggiore

BUSTO ARSIZIO - L'illusione dura giusto un set, come nel match d'andata, con l'E' Più Pomì che mostra ciò che attualmente non è nel primo parziale per poi tornare all'amara realtà e concedersi nei due successivi ad una Busto nulla più che ordinata e volitiva. L'1-0 che ha acceso le speranze rosa è però fine a se stesso perchè oggi l'E' Più Pomì è una squadra senza spina dorsale che alla prima difficoltà crolla in uno stato di depressione letale. Busto non ha giocato la partita dell'andata ma ha sfruttato l'onda delle amnesie ospiti per togliersi dai guai quando invece le ospiti avevano creato le premesse per girare l'inerzia psicologica della serie. Troppo poco però, Busto va meritatamente alla final four, Casalmaggiore si lecca meritatamente le ferite e dovrà reagire per non finire nell'anonimato di metà classifica.

STARTING SIX
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Meijners, Grobelna, Gennari, Orro, Bonifacio, Samadan, Leonardi (L).
E' PIU' POMI' CASALMAGGIORE: Bosetti, Arrighetti, Carcaces, Kakolewska, Pincerato, Rahimova, Spirito (L).

1 set - avvio veemente di Casalmaggiore trascinata da una Carcaces trasfigurata rispetto al match del PalaRadi e protagnista nel 2-6 d'avvio che cerca di spostare la pressione sulle spalle bustocche. Le padrone di casa sembrano patire l'aggressività delle ospiti non trovano mai uscite pulite con Orro e la Pomì si limita a rispondere bene in muro-difesa raccogliendo i frutti sul 6-11 del muro di Carcaces su Samadan. Mencarelli cerca l'elettroshock con il time out dell'8-15 con Meijners colpita e affondata dal servizio di Rahimova e dal muro di Kakolewska. Le rosa sembrano sulla via del set perfetto sino al 9-18 di Bosetti ma balbettano con Meijners al servizio per il 12-18. E' Bosetti a trascinare le ospiti fuori pericolo con i colpi che valgono il 15-23, antipasto del 15-25 che dà senso al match.

2 set - la tensione produce un avvio di secondo set contraddistinto dagli errori, specie al servizio, che favorisce il rientro in partita di Busto Arsizio brava a tenersi sempre avanti col minimo scarto impedendo alla Pomì di sfruttare l'inerzia favorevole. Samadan crocifigge dai nove metri la seconda linea di Casalmaggiore con due aces consecutivi che aprono il primo solco favorevole alle padrone di casa per il 14-10 ingrassato dal muro di Herbots (entrata per Meijners) su Rahimova. Radenkovic sostituisce Pincerato ma la Pomì inizia a riproporre la brutta copia di se stessa con pasticci ed imprecisioni che agevolano il lavoro ad una Busto tutto fuorchè irresistibile. Pincerato rientra subito in campo ma ormai le rosa sono lontane e a Busto non resta che amministrare sino al 25-19 che vale l'1-1.

3 set - potrebbe sgonfiarsi come un soufflè e invece Casalmaggiore prova a replicare il primo set partendo forte e spingendosi subito avanti sul 3-6. L'elastico riporta sempre Busto a contatto più per demeriti ospiti, davvero troppi e non forzati gli errori delle rosa, che per meriti delle farfalle e l'E' Più Pomì non riesce mai a togliersi dalla scia le biancorosse che anzi mettono la freccia con l'ace di Gennari per l'11-10. Nel momento più difficile Gaspari ferma i giochi e Pincerato decide di affidarsi solo a Rahimova con l'azera che risponde presente e riporta avanti Casalmaggiore sul 13-14. Non c'è reazione però per le rosa che sono tutte nel braccio potente del proprio opposto e tornano subito a rincorrere con Gray che rileva una Bosetti in difficoltà sul 17-15. Il massimo sforzo dell'E' Più Pomì non inverte la rotta perché Busto prende il largo (21-17) e nonostante un paio di sbavature (21-19) chiude senza patemi sul 25-22 staccando il pass per la final four e rendendo inutile il resto del match.

21 Gennaio 2019