il network

Lunedì 17 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


VOLLEY A FEMMINILE

Cade il fortino PalaRadi, l'Imoco passa 3-0 in casa della Pomì

Tempo per pensare alla sconfitta non ce n'è perché le rosa saranno di scena già mercoledì 9 a Bergamo per rimediare al ko

Cade il fortino PalaRadi, l'Imoco passa 3-0 in casa della Pomì (23-25, 21-25, 20-25)

CREMONA - Doveva essere l'occasione per battere una corazzata o, almeno, per strapparle punti ed invece la Pomì Casalmaggiore vanifica l'effetto dei 3477 del PalaRadi (nuovo record stagionale) cedendo ancora per 3-0 (23-25, 21-25, 20-25) al cospetto dell'Imoco Volley Conegliano. Un passivo forse sin troppo severo per le ragazze di coach Gaspari che hanno disputato un ottimo primo set, avanti 20-18, hanno approcciato benissimo il secondo (12-7) ma non sono riuscite a dare continuità alla propria prestazione prestando il fianco agli attacchi di Fabris (17 con il 45%). Tempo per pensare alla sconfitta non ce n'è perché le rosa saranno di scena già mercoledì a Bergamo per rimediare al ko e tenere alta la classifica dopo il sorpasso patito per mano di Monza.

STARTING SIX

POMI' CASALMAGGIORE: Pincerato, Bosetti, Arrighetti, Rahimova, Carcaces, Mio Bertolo, Spirito (L).

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Wolosz, Hill, Danesi, Fabris, Sylla, De Kruijf, De Gennaro (L).

1 set - Ottimo avvio della Pomì che mette Sylla nel mirino dai nove metri e riesce a raccogliere in contrattacco per il 3-0 d'avvio. Conegliano non si scompone e sfrutta un paio di indecisioni locali per tornare sotto nonostante le rosa confermino di beneficiare dell'effetto PalaRadi per tenere il passo sull'8-8. Le rosa giocano a braccio sciolto, sono attente in correlazione muro-difesa e limitano le uscite di Wolosz contrattaccando sempre con profitto e guadagnandosi minimi vantaggi per il 18-16. Tra break e contro-break la Pomì prima subisce il rientro dell'Imoco (19-20) poi sembra poter chiudere presentandosi all'ultima curva sul 22-20 ma subisce un nuovo parziale ospite con l'errore di Carcaces sul 23-24 che concede il primo set alla formazione ospite.

2 set - la Pomì non patisce lo svantaggio e rientra sulle direttrici che l'hanno tenuta in partita nel primo set. Il muro legge benissimo le uscite di Wolosz, il contrattacco funziona a dovere e, limitando gli errori, le padrone di casa bloccano le ospiti tra P2 e P1 sino all'11-6 del time out di Santarelli. La panchina ospite anticipa il cambio che porta Tirozzi in campo per la seconda linea di Sylla ed il servizio dell'ex capitano rosa produce un 6-0 di parziale che esaurisce le sospensioni di Gaspari e spedisce in campo Radenkovic per Pincerato. Il black out di Casalmaggiore è totale, l'attacco finisce spesso preda del muro veneto, la ricezione sporca le proprie percentuali ed in correlazione muro-difesa le rosa sono lontanissime dalle ottime cose fatte vedere nel primo parziale. Il set diventa di fatto un monologo ospite (5-16 di parziale) con l'Imoco che tocca il 17-23, viene rimontata sino al 21-23 di Carcaces ma chiude con Fabris e Danesi per il 21-25 che vale il 2-0.

3 set - la Pomì prova a pigiare il tasto reset, a non pensare al passivo e a rimettersi in scia. Nonostante Conegliano sembri aver preso le misura le rosa tengono bene il cambio palla e si mantengono a contatto con le venete. Fabris diventa un problema ma Rahimova, di sciabola e di fioretto, ricuce sempre lo strappo per il 12-11 ma non riesce mai a mettere i bastoni tra le ruote del cambio palla ospite. L'Imoco è paziente ed alla prima occasione utile piazza il break, complici un paio di difese allegre di Casalmaggiore, per il 16-20 che esaurisce le sospensioni di Gaspari. Le rosa hanno un sussulto minimo ma non rimettono in discussione il parziale e la difesa corta di Carcaces manda in archivio la prima sconfitta casalinga di Casalmaggiore sul 20-25.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Gennaio 2019