il network

Martedì 17 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


POLITICA

Il Governo incassa la fiducia al Senato

Per il Conte bis 169 sì, 133 no e 5 astenuti

Il Governo incassa la fiducia al Senato

ROMA (10 settembre 2019) - Dopo la Camera arriva il sì del Senato al nuovo Governo Conte sostenuto dalla maggioranza M5S-Pd-Leu. Il Senato ha votato la fiducia al Governo guidato dal premier Giuseppe Conte con 169 sì, 133 no e 5 astenuti. 

Rispetto al voto di fiducia del Conte I, il secondo governo Conte (ora con una nuova maggioranza M5s-Pd) ha avuto 2 voti favorevoli in meno (allora, 171). Come emerge dai tabulati di Palazzo Madama, oggi al risultato finale sono mancati i sì di due senatori dati per certi secondo i calcoli della maggioranza in mattinata, ossia Saverio De Bonis del gruppo Misto e Alfonso Ciampolillo del M5s. Entrambi erano assenti al momento del voto.

Il Conte bis ha inoltre registrato le astensioni di Matteo Richetti del Pd, in dissenso con il resto del partito, e di Gianluigi Paragone, contrario all’alleanza con i Dem. A differenza del 5 giugno 2018, la nuova squadra di governo ha incassato 16 voti contrari in più rispetto ai 117 di allora ma 20 astensioni in meno (oggi sono state 5). Dai tabulati risulta inoltre che ci sono stati 8 assenti e 5 in congedo. Tra i primi, i senatori di Forza Italia Massimo Berutti, Gabriella Giammanco, Fiammetta Modena, Laura Stabile e Donatella Conzatti. Quest’ultima ha annunciato che non avrebbe votato, sottolineando in una nota la necessità di una propria riflessione politica, a questo punto. Non ha partecipato al voto nemmeno il senatore a vita Renzo Piano. Per quanto riguarda i congedi, spicca l’ex presidente della Repubblica e senatore a vita Giorgio Napolitano che però ha fatto sapere di non esserci per motivi di salute ma che avrebbe dato la fiducia. In congedo anche il senatore a vita Carlo Rubbia (hanno invece votato a favore i senatori a vita Elena Cattaneo, Liliana Segre e Mario Monti). Nel fronte degli astenuti, oltre a Richetti e Paragone, i tre del gruppo delle Autonomie-Svp, i senatori Julia Unterberger Meinhard Durnwalder e Dieter Steger.

«Il Parlamento ha votato la fiducia al Governo. Un nuovo inizio per l’Italia, una stagione riformatrice di rilancio e speranza. Costituzione e rispetto delle Istituzioni la nostra bussola, gli interessi degli italiani il nostro obiettivo. Al lavoro con coraggio e determinazione». Lo scrive in un tweet il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Settembre 2019