il network

Giovedì 23 Gennaio 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Coop si difende, il nostro distributore non porterà via il lavoro

Dopo le proteste dei benzinai cittadini che si riuniranno in assemblea il 29 per valutare una serrata

Una pompa di benzina
La Coop Lombardia interviene a difesa della realizzazione del distributore Enercoop all'interno del parcheggio del centro commerciale Gran Rondò. Il progetto dovrà essere discusso in commissione Ambiente. Sat sollevando ampie proteste da parte dei gestori delle stazioni di servizio della città, preoccupati dai prezzi scontati che questo esercizio potrebbe applicare e che andrebbero a detrimento del loro volume d'affari. Secondo Coop Lombardia e Igd,  proprietari del Centro commerciale Gran Rondò, a quasi 20 anni dall'apertura, è arrivato il momento di un "ampio rinnovamento dello stesso in sostanziale conformità alle previsioni del nuovo Pgt con un investimento di parecchi milioni di euro. Il progetto prevede la costruzione di un parcheggio a piano rialzato e di uno coperto (peraltro già autorizzati dall’amministrazione precedente), la realizzazione di una pista ciclopedonale con sottopasso, l’insediamento di una media struttura commerciale autonoma non alimentare, il riuso dell’ampio parcheggio della casa della carità (a suo tempo interamente finanziato da Coop) e l’avvio di una stazione di carburanti a marchio Enercoop. Quest’ultima iniziativa è realizzata in coerenza con le indicazioni della Regione che persegue l’obiettivo di ridurre il numero dei distributori per garantire maggiori efficienze gestionali e minori costi per i consumatori come del resto già avviene in altri paesi dell’Unione Europea. La Regione ha previsto infatti il rilascio di nuove autorizzazioni alla sola condizione che le nuove stazioni prevedano l’attuazione di fonti energetiche diversificate e cioè oltre a benzina e gasolio anche metano e/o Gpl, colonnine elettriche". Coop sottolinea come un analogo distributore, attivo da un anno a Cantù "ha incontrato un vasto successo tra gli automobilisti della zona che, per un effetto calmieratore della nostra iniziativa, hanno potuto usufruire anche di un calo generalizzato dei prezzi dei carburanti in tutta l’area. I prezzi ad oggi sono di 1,640 euro per la benzina, 1,550 per il diesel e 0,899 per il metano. Durante quest’ultimo anno non risulta che alcun impianto del circondario canturino abbia chiuso".  Poi Coop rivendica la propria mission e lancia una stoccata alle associazioni di categoria dei benzinai: "Siamo una realtà economica, con oltre 4.500 dipendenti, che accetta la concorrenza e il mercato e non ha chiesto, né chiederà, alcun privilegio dalla politica. Ciascun cittadino può trarre le proprie considerazioni su una campagna che si è voluta dipingere con argomenti e toni strumentali che in realtà hanno solo l’obiettivo di nascondere interessi particolari che non sono certo quelli della gran parte dei cittadini".

23 Ottobre 2013