il network

Martedì 10 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Crema. Dopo la proposta di organizzare una festa a novembre

Scoppia la guerra del tortello

Bozzi pronto a organizzare la 33esima Tortellata ma l'amministrazione ha ricontattato le Tavole Cremasche

Franco Bozzi del gruppo Olimpia tra i suoi collaboratori

“Giù le mani dalla Tortellata: Tortelli&Tortelli è un’altra cosa, è andata abbastanza bene quest’estate, ma è diversa dalla Tortellata, che è la tradizione, una manifestazione che appartiene ormai alla storia della città. Il Comune vuole affidare alle Tavole Cremasche un’altra edizione invernale di Tortelli&Tortelli? Faccia pure, non riesco a capirne il significato: in tutte le città, da Cremona a Mantova, le manifestazioni gastronomiche si fanno una volta all’anno, in periodi specifici”. Franco Bozzi, ideatore della Tortellata che solo quest'anno, dopo 32 anni, non si è svolta a causa di alcuni problemi di salute dei volontari.

Ieri il gruppo Olimpia si è trovato nella sede di piazza Moro proprio per discutere di questa vicenda. “Noi stiamo già lavorando alla prossima edizione, abbiamo preso contatti con gli sponsor e con i musicisti. La 33esima edizione della Tortellata si farà e la faremo noi: il comune non può darci un calcio nel sedere. Abbiamo i nostri diritti maturati negli anni e con il consenso sempre crescente della gente, dei tanti turisti che sono venuti in questi anni e che a Crema hanno speso i loro soldi”. Molti però sono rimasti soddisfatti anche dell’edizione gestita dalle Tavole Cremasche. Bozzi usa il fioretto: “Certamente hanno fatto un buon lavoro, sono dei professionisti e noi abbiamo fatto la nostra parte. Ma era un’altra cosa, ripeto: proponevano menù con proposte diverse tipo lasagne o cotolette: la gente che resta a Crema a Ferragosto viene alla Tortellata per i tortelli, cotti o crudi che siano: la riprova sono i numeri, i quintali di prodotto venduti. Mi permetto una critica agli amici di Tavole Cremasche: noi abbiamo portato musicisti di livello nazionale, gente che si vede alla televisione. Quest’anno molti sono venuti da me a lamentarsi della qualità nelle proposte, ritenute inferiori alle nostre”.

05 Ottobre 2013