Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SCUOLA

Cremona senza provveditore: Piloni scrive all'Ufficio Scolastico regionale

Il consigliere dem: "Ho chiesto i motivi di questo ritardo e quali siano i tempi previsti per la nomina in oggetto"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

10 Gennaio 2022 - 15:49

Cremona resta senza provveditore. Piloni scrive all'Ufficio Scolastico regionale

CREMONA - "Oggi riparte la scuola e Cremona non ha ancora un provveditore”: a sottolinearlo è il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni che, preoccupato, questa mattina ha scritto al direttore dell’Ufficio scolastico regionale per chiedere delucidazioni sui motivi del ritardo, ma soprattutto sui tempi di nomina. “Con la ripresa della scuola e le molte e complesse problematiche legate alla pandemia – scrive Piloni - la presenza formale di un provveditore a tutti gli effetti non solo è auspicabile in tempi rapidi, ma soprattutto necessaria per consentire le quotidiane interlocuzioni sia all’interno del mondo scolastico che nei confronti degli altri enti provinciali. È per questi motivi che ho chiesto al direttore dell’USR i motivi di questo ritardo e quali siano i tempi previsti per la nomina in oggetto”.

L’Ufficio di piazza XXIV maggio è di nuovo vacante: il titolare, Marco Fassino, dirigente arrivato da Roma con una carriera pregressa in quel di Milano, pochi giorni fa ha lasciato il posto per ricoprire il ruolo di provveditore a Lodi. Fassino si era insediato in Provveditorato il 5 ottobre scorso, ma dopo pochissimo ha preferito un’altra sede, lasciando l’Ufficio Scolastico Territoriale nuovamente senza titolare in un periodo assai delicato come quello che si sta vivendo a causa della pandemia. Fassino continua a svolgere la sua attività amministrativa dell’ufficio in veste di delegato per assolvere le pratiche ordinarie, in attesa di colui che prenderà il suo posto. La nomina dovrebbe arriverà entro il mese, ma non è detto che il prescelto rimanga. Prima di Fassino, l'Ufficio Scolastico provinciale era stato diretto da Franco Gallo con un incarico pro tempore, che a sua volte aveva sostituito Fabio Molinari, rimasto in carica per due annate scolastiche.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400