Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

REGIONE LOMBARDIA

Nucleare, Cattaneo: "Nessuna preclusione verso le tecnologie pulite"

Intanto il M5S presenta una mozione per richiedere una moratoria: "Serve investire sulla decarbonizzazione"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

21 Settembre 2021 - 19:24

Nucleare, Cattaneo: "Nessuna preclusione verso le tecnologie pulite"

MILANO - "Regione Lombardia non ha una preclusione ideologica nei confronti del nucleare. Il giorno in cui ci saranno tecnologie che ne garantiscono l'adozione in condizioni di assoluta sicurezza, con modalità idonee e accettabili dalla popolazione, in un luogo adatto, si faranno le valutazioni del caso. Anche sulle opportunità che sarà in grado di offrire la tecnologia, se pulita e accoglibile": lo ha affermato l'assessore all'Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, intervenendo nell'aula del Consiglio regionale in merito alla mozione presentata dai partiti di minoranza.

"Tali valutazioni - ha detto Cattaneo - terranno conto sia delle esigenze di sicurezza e di tutela ambientale, che delle esigenze economiche a tutela dei consumatori. Ad oggi, sicuramente Regione Lombardia intende portare avanti le scelte di valorizzazione delle Fonti energetiche rinnovabili già contenute nel Piano regionale energia ambiente e clima". L'assessore ha portato ad esempio altre esperienze europee per evidenziare una serie di ragioni che giustificano e spingono ad affrontare il tema in modo meno ideologico e pregiudiziale. Quindi, ha lanciato una frecciata velenosa ai consiglieri grillini: "Probabilmente ai 5 Stelle non interessava fare una discussione nel merito ma solo una sceneggiata a favore di telecamere, che anche oggi non hanno mancato di mettere in campo. E questa purtroppo è la cifra della loro serietà".

Intanto i pentastellati hanno presentato una mozione per richiedere una moratoria al nucleare. Tra i firmatari il cremonese Marco Degli Angeli, che ha sottolineato: “Come consigliere lombardo il mio obiettivo è quello di guardare gli interessi e la salvaguardia di tutti i cittadini lombardi. Parlare oggi di nucleare, considerando che la fusione (nucleare pulito) è una tecnologia ancora in valutazione avrà ancora molte incognite per almeno 10 anni, è del tutto anacronistico, e non consente nel breve di risolvere il problema delle bollette.” Quindi ha aggiunto: “Anziché parlare di nucleare, sarebbe più opportuno investire sulla decarbonizzazione dei nostri territori anche grazie ai fondi del PNRR, seguendo le direttive europee. Inoltre, la Lega che tanto promuove sistemi anacronistici, deve ancora spiegare con che tempi, quanto costerà e in che modo intenda poi gestire e smaltire le scorie, e soprattutto dove intenda farlo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400