il network

Mercoledì 12 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


CASALBUTTANO

Naviglio, maxi recupero di immondizia

L’intervento con la Protezione Civile. Sperati: «Basta abbandoni, più rispetto per il verde»

Naviglio, via la plastica che inquina

CASALBUTTANO (3 luglio 2020) - Protezione civile protagonista di un maxi recupero di immondizia lungo il Naviglio Civico: dopo diverse ore di lavoro, sempre in sicurezza, i volontari Marco Sperati, Raul Marzaroli, Carlo Furlani e Achille Cò portano a termine con successo l’intervento andando a rimuovere dal corso d’acqua in zona Galletta una grande quantità di plastica. E poi lattine, palloni e una gomma. Tutti materiali di scarto che verranno smaltiti in discarica dagli operatori comunali. «Sono stati raccolti 30 sacchi di plastica – spiega Sperati, presidente dell’associazione I Due Navigli – una bicicletta e un sacco con vetro e lattine. Rinnovo quindi il nostro appello: non gettate sacchi o immondizia dove capita, rispettiamo il verde e l’ambiente in cui noi e i nostri figli viviamo. Ognuno deve fare la sua parte, smaltendo correttamente l’immondizia ma anche trasmettendo alle giovani generazioni i valori del decoro e della salvaguardia del verde».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

02 Luglio 2020

Commenti all'articolo

  • Roberto

    2020/07/10 - 07:49

    Bravissimi ,e grazie per il vostro impegno. Purtroppo però due giorni fa ho fatto una passeggiata con mio figlio lungo il naviglio ( dove è stata scattata la foto dell'articolo) e con grande rammarico ho visto che lattine, palloni, bottiglie e plastiche varie sono tornate a farla da padroni. Spiace vedere come l' impegno di questi volontari sia svilito dall' ignoranza di pochi "speriamo!" incivili.

    Rispondi

  • Edgardo

    2020/07/03 - 17:03

    Bravissimi! Ma non è giunta l'ora di installare "tazebao" in ogni dove per ricordare i doveri ed i divieti ( ricordando la multa per i contravventori, si multa solo per le violazioni al CdS? Troppo facile inveire contro le "lamiere" a quattro ruote ) . Chissà se chi è pulitissimo a casa propria si comporterebbe in modo simile quando è sul suolo pubblico? Presumo di sì. "Colpirne uno per educarne cento" era il motto di Mao.

    Rispondi