il network

Giovedì 02 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS. LA RIPARTENZA

Realtà sportive: esenzione del canone di concessione e delle spese per i consumi

Lo ha deciso la Giunta per il mancato utilizzo degli impianti comunali a causa del Covid-19

Realtà sportive: esenzione del canone di concessione e delle spese per i consumi

CREMONA (3 giugno 2020) - In data odierna la Giunta Comunale, su proposta dell’Assessore allo Sport Luca Zanacchi, ha dato il via libera perché si proceda all’esenzione del canone di concessione e delle spese dei consumi alle realtà sportive per il non utilizzo, a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, degli impianti comunali dati in concessione. Dopo la proroga al 31 maggio 2021 delle convenzioni in scadenza quest’anno, è questo il secondo rilevante passo compiuto dall’Amministrazione per sostenere lo sport cittadino. 

Le indicazioni contenute nei decreti governativi emanati indicano la possibilità di prorogare il saldo dei pagamenti dei canoni, ma la Giunta ha optato di sostenere le realtà sportive sollevandole dai costi relativi alle strutture sportive durante lo stop forzato.

“Ad ogni associazione e società sportiva che utilizza le strutture comunali non verranno imputate le spese dei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Per le realtà sportive questo comporta un risparmio pari al 40% del dovuto che si attesta, complessivamente, in circa 43000 euro. La misura rappresenta un importante aiuto e supporto alle realtà sportive in previsione della ripresa delle attività. Ad ogni associazione e società verrà formalmente comunicato l’importo dall’Ufficio Sport del Comune”, dichiara l’Assessore Luca Zanacchi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

03 Giugno 2020