il network

Mercoledì 08 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, sulla pelle i segni che «annunciano» l’infezione in corso

Legame tra il contagio e alcune delle patologie dermatologiche. Studio cremonese dell’équipe guidata dal primario Caresana

Coronavirus, sulla pelle i segni che «annunciano» l’infezione in corso

Il medico Gioachino Caresana

CREMONA (28 maggio 2020) - Il Covid-19 lascia i suoi segni anche sulla pelle. Esisterebbe infatti un forte nesso tra il virus e alcune patologie dermatologiche. Gli scienziati stanno indagando, ma l’allarme è arrivato dalle osservazioni dei medici ospedalieri, che in queste settimane si sono ritrovati faccia a faccia con il mostro scoprendone ogni giorno un nuovo segreto. Anche a Cremona è in corso uno studio, condotto dall’équipe del dottor Gioachino Caresana, primario di Dermatologia dell’ospedale Maggiore, che insieme al suo stretto collaboratore, il dottor Enrico Pezzarossa, e al collega Marco Ungari, direttore dell’Unità operativa di Anatomia patologica, presenterà i dati cremonesi alla prestigiosa rivista American Journal of Dermatopathology per essere pubblicati. «Abbiamo riscontrato molte patologie dermatologiche nei pazienti Covid ricoverati — conferma Caresana —: manifestazioni polimorfe a livello clinico, ma che indagate con esame istologico hanno fatto emergere in molti casi un monomorfismo istopatologico, che fa dunque pensare ad una reazione immunologica probabilmente innescata dal virus oppure da farmaci».

Le analisi sono state effettuate attraverso una biopsia: in pratica è stato prelevato un piccolo lembo di pelle ai pazienti che presentavano rash cutanei polimorfi, con lesioni orticarioidi, varicelliformi o morbilliformi, come spesso avviene anche in corso di altre infezioni virali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Maggio 2020