il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA - MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA IORI

Delitto di via Dogali: 'Uccise perché erano di troppo'

La sera del 20 luglio del 2011 Maurizio Iori ha ammazzato la ex compagna Claudia Ornesi e e la figlia Livia di due anni e mezzo

Delitto di via Dogali: 'Uccise perché erano di troppo'

Maurizio Iori, Claudia Ornesi e la piccola Livia

CREMA - Ha ucciso l’ex compagna Claudia Ornesi, di 42 anni, e sua figlia Livia, di due anni e mezzo, una figlia «che non ha mai amato», non per esigenze di riservatezza, non, cioè, per tenere la loro esistenza nascosta a sua madre, ma per «il timore di doversi porre il problema di accreditare Livia all’interno della ‘famiglia allargata’ (con tutti i possibili contraccolpi psicologici che ciò avrebbe potuto provocare nei confronti degli altri figli e delle altre donne, l’ex e l’attuale moglie)». Le ha uccise , perché «il rendere di pubblico dominio la situazione con Claudia e l’esistenza della figlia Livia, avrebbe potuto infrangere quel delicato equilibrio di rapporti così faticosamente realizzato con gli altri figli, con l’ex moglie e quella attuale». Così, «Claudia e Livia, una volta eliminate, non sarebbero più state ‘un problema’ e Livia non sarebbe più entrata nella ‘famiglia allargata’ cosicché la vita quotidiana, pur dopo qualche prevedibile iniziale turbamento per la notizia del ‘suicidio’ da parte della madre Paola Caroselli, sarebbe tranquillamente proseguita sostanzialmente come prima». 

Per la corte d’assise d’appello di Brescia, che ha depositato la motivazione della sentenza, è, questo, il movente del duplice omicidio commesso la sera del 20 luglio 2011 nella casa di via Dogali, da Maurizio Iori, l’ex primario di Oculistica, il quale sta scontando in carcere l’ergastolo, pena confermata il 6 giugno dai giudici del processo bis, per aver ucciso, secondo l’accusa, Claudia e la sua bambina (i corpi furono trovati nei rispettivi letti) prima stordendole con una dose massiccia di ansiolitico Xanax (nella mamma fu trovato anche il Valium) somministrato di nascosto in forma liquida, e poi asfissiandole col gas butano. Quindi Iori inscenò un ‘suicidio allargato’, commettendo anche degli errori.

Leggi di più su La Provincia di venerdì 5 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

04 Settembre 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/09/05 - 07:07

    Se è vero quanto scritto spero buttino la chiave della cella e si dimentichino di portargli da mangiare.

    Rispondi