il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Più soldi agli infermieri

Accordo sull'integrativo, in busta paga 600 euro

Più soldi agli infermieri

Un'infermiera al lavoro

CREMA - Il 27 di settembre, giorno in cui verrà loro pagato lo stipendio, gli infermieri dell’azienda ospedaliera si vedranno accreditare, in media, 600 euro in più in busta paga. Si tratta di un versamento una tantum, frutto dell’accordo firmato lunedì mattina dai sindacati unitari con i vertici dell’ospedale Maggiore e relativo al pagamento delle risorse aggiuntive regionali 2014. I fondi che verranno utilizzati per questi pagamenti arrivano dunque dalla Regione e sono stati distribuiti a tutte le aziende ospedaliere della Lombardia. L’importo varierà da soggetto a soggetto a seconda della categoria lavorativa di appartenenza.

«L’accreditamento di questa somma con la mensilità di settembre — ha commentato ieri al termine della riunione Monica Vangi, della funzione pubblica della Cgil — è l’equivalente del 70% di quanto spetta ai lavoratori. Il restante 30% verrà versato a marzo 2015 al raggiungimento degli obiettivi. Le quote variano a seconda della categoria di appartenenza dei lavoratori: gli infermieri professionali percepiranno una media di 600 euro, a cui si aggiungono altri 200 euro per chi effettua turni sulle 24 ore. Stesso discorso per gli amministrativi di categoria ‘D’».

Inferiori le cifre per gli ausiliari e per gli altri impiegati. Nel complesso saranno circa un migliaio di dipendenti dell’azienda ospedaliera che beneficeranno delle risorse aggiuntive messe a disposizione dalla Regione nell’ambito del loro contratto di lavoro. La trattativa non ha invece riguardato l’integrativo per i medici e i dirigenti sanitari e amministrativi dell’azienda ospedaliera, il cui numero è di circa 300 unità. Queste figure professionali sono infatti titolari di un diverso contratto di lavoro

08 Settembre 2014