il network

Mercoledì 22 Gennaio 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Bimbi costretti a giocare tra le deiezioni canine

La denuncia di una mamma che si fa portavoce del disagio di molti genitori: 'C'è il divieto di portare i cani, ma non viene rispettato'

Bimbi costretti a giocare tra le deiezioni canine

Il divieto d'accesso ai cani in via Vittorio Veneto

CREMA - Nell'area verde di via Vittorio Veneto, è la denuncia di alcuni genitori, i bambini sono costretti a giocare tra le deiezioni canine. Incivili, che portano i propri animali a fare i bisogni al parco, ignorando il divieto d'accesso ai cani predisposto dal Comune

Laura B. è una mamma che vive nel quartiere di San Bernardino. Come tanti altri genitori che risiedono nella zona, utilizza insieme ai figli lo spazio verde comunale che si trova in via Vittorio Veneto. Anche in questa area il Comune ha sistemato i cartelli con i nuovi divieti di accesso per i cani: le bandierine rosse, gialle e verdi. Nella fattispecie il parchetto è stato vietato del tutto agli animali. Non si possono nemmeno portare al guinzaglio. «Purtroppo - commenta Laura B. - c’è chi non l’ha capito e si ostina a utilizzare il giardino come latrina per il proprio animale. Io e gli altri genitori siamo costretti a ricordare ai nostri figli di stare molto attenti a dove mettono i piedi mentre stanno giocando per colpa di qualche incivile. Dunque mi chiedo: ma è giusto che i bambini non possano giocare tranquilli in un parco giochi perché devono continuamente controllate il terreno per non pestare qualcosa di poco gradito? Ma le persone proprietarie di cani sono in grado di leggere i cartelli?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

28 Agosto 2014

Commenti all'articolo

  • mauro

    2014/08/29 - 12:42

    Pare proprio che non sappiano leggere i cartelli, ultimamente sto notando che si tende a dare più privilegi agli animali che ai cristiani !!

    Rispondi