il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


ROMANENGO

Ai disoccupati la ristrutturazione delle scuole

Due obiettivi centrati in un colpo solo dall’amministrazione comunale

Ai disoccupati la ristrutturazione delle scuole

ROMANENGO — Ristrutturare le scuole in vista dell’inizio delle lezioni e dare lavoro ai disoccupati del paese. Due obiettivi centrati in un colpo solo dall’amministrazione comunale, che in questi giorni sta completando la ristrutturazione dell’edificio che ospita sia le elementari che le medie di Romanengo. Un intervento dal costo piuttosto contenuto — la spesa messa a bilancio è di 2140 euro — ma dalla particolare valenza simbolica: la giunta guidata dal sindaco Attilio Polla, infatti, ha appaltato il lavoro a due persone residenti in paese che attualmente sono a casa senza occupazione.

«Abbiamo utilizzato la formula dei voucher — spiega l’assessore Alessandra Carioni — consentendo a due romanenghesi con esperienza nel settore di poter guadagnare qualcosa in un momento difficile a causa dell’assenza di uno stipendio fisso». I due operai hanno accolto con piacere la proposta dell’amministrazione e si sono messi all’opera lunedì della scorsa settimana. Il cantiere dovrebbe terminare il prossimo 8 settembre, di modo da consegnare la struttura in tempo per l’inizio del nuovo anno scolastico. Oltre alla valenza sociale legata al modo in cui sono stati assegnati i lavori, l’intervento rappresenta naturalmente una bella notizia per gli alunni e gli insegnanti del paese.

«Erano anni che l’edificio non veniva ristrutturato — spiega Carioni — e ormai era giunto il momento di intervenire per garantire a docenti e studenti un ambiente di vita piacevole, sicuro e funzionale». Gli operai hanno provveduto alla tinteggiatura delle pareti delle aule e dei corridoi, al miglioramento dell’impianto di illuminazione, alla sostituzione di lavandini, servizi igienici fuori uso e porte danneggiate. Sono comparsi inoltre nuovi tendaggi alle finestre. «Abbiamo assecondato le richieste pervenute dal corpo docente — conclude l’assessore —, cercando di esaudirle tutte nei limiti del budget economico a nostra disposizione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

22 Agosto 2014