il network

Mercoledì 19 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


PANDINO

Stangata sulle tariffe cimiteriali

Loculi più cari fino all'80 per cento

Stangata sulle tariffe cimiteriali

Il cimitero di Pandino

PANDINO — Morire costa molto più caro. Stangata sulle tariffe cimiteriali: in alcuni casi si supera l’ottanta per cento di incremento, rispetto a quelle in vigore sino a fine giugno. Sono stati adottati da inizio luglio i nuovi prezzi per l’acquisto di cellette, colombari e tombe del cimitero comunale e di quelli nelle frazioni di Nosadello e Gradella. Gli aumenti sono pesanti: per le cellette, la cui concessione dura 30 anni, si passa da 150 a 272 euro. Aggiungendo Iva, marca da bollo e spese contrattuali, un cittadino deve sborsare 321 euro. Per i colombari (la concessione ha una durata di 40 anni) dalla prima alla terza fila l’incremento rispetto al 2013 è di 450 euro, il chi significa che da 1.550 euro per si è saliti a 2.000. Si spende meno per i loculi più in alto, la quarta fila passa da 1.140 euro a 1.600 euro, la quinta da 1.000 a 1.400 euro. Molto sensibile anche l’incremento per chi deve acquistare tombe a terra (50 anni la durata della concessione). Quelle singole passano da 2.120 euro a 2.800 euro, quelle a due posti hanno un aumento di prezzo da 4.230 a 5.500 euro. Inferiori gli incrementi tariffari per i servizi, che vanno dai dieci euro per la tumulazione in loculi, cellette e tombe, con prezzi complessivi che salgono rispettivamente a 120, 180 e 390 euro. A tutte queste cifre va poi aggiunta l’Iva al 10%. La scelta della giunta Polig di aumentare queste tariffe è stata presa su proposta del consiglio di amministrazione dell’Azienda speciale multiservizi che ha in gestione il cimitero del capoluogo e quelli delle frazioni. «Erano diversi anni che le tariffe cimiteriali erano invariate — ha spiegato il sindaco — per questo motivo l’aumento entrato in vigore ad inizio di questo mese è significativo. Si adeguano gli importi a quelli di molti comuni vicini». I soldi incassati serviranno al Comune anche per finanziare i lavori di ampliamento del camposanto di Pandino e altri interventi di manutenzione della struttura e dei cimiteri delle frazioni.

04 Luglio 2014