il network

Lunedì 18 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

In classe più alunni stranieri che italiani

Il consiglio d’istituto di ‘Curtatone e Montanara’: difficile l’integrazione con percentuali così alte

In classe più alunni stranieri che italiani

CREMA - La percentuale di alunni stranieri supera il 50% ed è così alta da rendere difficoltoso il loro inserimento e la loro integrazione. Per questo motivo, i genitori del consiglio di istituto delle scuole primaria e dell’infanzia di via Curtatone e Montanara hanno chiesto alle istituzioni di poter avere una sezione in più per ciascun livello di istruzione, in modo da accogliere quei bambini di Crema che non hanno trovato posto nelle altre scuole della città.

I due plessi fanno parte dell’istituto comprensivo Crema Tre, intitolato di recente a ‘Nelson Mandela’. «Il limite di alunni stranieri fissato dal ministero per l’Istruzione — spiegano i genitori — supera abbondantemente il limite fissato del 30%. 'Questo lo diciamo non con intendo discriminatori, ma perché una presenza così importante di stranieri impedisce di raggiungere gli obiettivi didattici minimi e di occuparsi in modo efficace dell’integrazione dei bambini stranieri'.

LEGGI DI PIU' SUL GIORNALE DI MERCOLEDI' 4 GIUGNO

03 Giugno 2014

Commenti all'articolo

  • Corrado

    2014/06/04 - 07:07

    Aveva ragione la Fallaci, siamo stati capaci di respingere Annibale e non facciamo nulla per preservare la Nostra Nazione...... Inizieremo anche noi a farci la guerra come nei loro paesi e ci piacerà .....come piace a loro......

    Rispondi

  • FABRIZIO

    2014/06/04 - 07:07

    sono da 54 anni italiano, nipote e figlio di italiani di castelleone. ebbene, è giunto il momento di affermare che io, mia moglie (di monza e figlia di brianzoli) e le mie figlie, italiane nate da me e mia moglie e non adottate da chissa quale Paese estero, ci sentiamo discriminati. quindi i razzisti sono gli extra, quelli che non sono nati in italia. per cui, e' giunta l'ora di dichiarare guerra agli extracomunitari, legali o illegali che siano, rimandandoli, ad uno ad uno, nel loro paese natìo. oppure, assoldare il pifferaio magico per affogarli tutti in una cava. Fabrizio Sommaruga - Castelleone

    Rispondi

  • They

    2014/06/04 - 07:07

    Forse al governo non hanno fatto i conti giusti, ma anche un bambino riesce a capire che con 3000 sbarchi al giorno a cui aggiungere rumeni e albanesi tra poco avremo più stranieri che italiani che non riusciremo a mantenere, praticamente l'Italia diverrà un distaccamento dell'Africa e per andare in un paese europeo dovremmo farlo da clandestini.

    Rispondi