il network

Mercoledì 19 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


SONCINO

Taglia la strada a un ciclista e fugge

I carabinieri denunciano un 25enne che si difende: non mi sono accorto di nulla

Taglia la strada a un ciclista e fugge

La zona dello scontro tra auto e bicicletta

SONCINO — Rischia fino a 15 mesi di reclusione l’automobilista soncinese 25enne, che lo scorso 8 maggio avrebbe provocato la caduta di un cicloamatore di 32 anni, pure lui residente nella città murata, omettendo il soccorso e causando lesioni personali non gravi. 

Per il giovane è scattata la denuncia a piede libero. L’incidente stradale è avvenuto alle porte del paese all’altezza del centro abitato del Borgo a mattina. I due cicloamatori stavano rientrando da Orzinuovi dopo aver fatto un allenamento con la bicicletta da corsa. Dalla stessa direzione proveniva una Golf condotta da un giovane. L’autovettura ha sorpassato i due ciclisti per poi svoltare all’improvviso sulla sua destra all’altezza del senso unico di via Ponchielli, evitando così il semaforo tra la vecchia circonvallazione e via Calcio. 

L’azzardata manovra, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, avrebbe provocato la caduta di uno dei due ciclisti per la collisione tra la parte posteriore destra della Golf e la ruota anteriore della bicicletta. Il cicloamatore è finito rovinosamente per terra anche perché sorpreso dall’improvviso cambio di direzione della vettura. Il conducente della macchina non si è fermato a prestare soccorso. Ma a quanto pare il secondo ciclista non si è fatto sfuggire alcuni numeri della targa della Golf, il modello e il colore dell’auto: elementi poi utili per risalire a veicolo e guidatore. Il ferito è stato soccorso da un equipaggio del 118 e trasferito in ambulanza al Pronto soccorso dell’ospedale di Treviglio, dove i medici hanno poi riscontrato un trauma contusivo alla mano e al polso sinistro e la frattura dello scafoide, per una prognosi di 20 giorni.

I carabinieri di Soncino sono risaliti all’identità del conducente della Golf grazie a una meticolosa e serrata indagine. Sulla Golf sono stati rinvenuti i segni lasciati dalla bici del ciclista rimasto ferito. Il 25enne, convocato in caserma, ha ammesso di trovarsi quel giorno a percorrere via Brescia ma di non essersi accorto di niente e, per questo, di non essersi fermato a prestare soccorso al ferito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

17 Maggio 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/05/18 - 07:07

    Ma non fatemi ridere, 15 mesi non li danno neanche a chi causa incidenti mortali perché ubriaco e poi fugge senza prestare soccorso.

    Rispondi