il network

Giovedì 12 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


IZANO

Morte del cardinale Cè, papa Francesco: 'Ricordo con gratitudine la sua opera instancabile a Crema'

Si è spento in ospedale a Venezia, città nella quale era Patriarca emerito: originario della provincia di Cremona ha sempre avuto un legame particolare con il Cremasco

Morte del cardinale Cè, papa Francesco: 'Ricordo con gratitudine la sua opera instancabile a Crema'

Il cardinale Marco Cè

IZANO - Si è spento poco dopo le 20 di lunedì 12 maggio il cardinale Marco Cè, originario di Izano. Fino al 2002 e per 23 anni, aveva retto la diocesi di Venezia e dal 5 gennaio di quell'anno era divenuto Patriarca emerito della città lagunare continuando, sino a pochi mesi fa, ad esercitare il suo ministero occupandosi soprattutto della cura spirituale delle persone.

Papa Francesco ha inviato al patriarca di Venezia Francesco Moraglia un telegramma di cordoglio. “Ricordo con gratitudine - scrive il Pontefice - la sua instancabile opera profusa dapprima a Crema sua diocesi di origine, poi a Bologna al fianco del Cardinale Poma, in seguito nell’Azione Cattolica Italiana, infine come mite e saggio pastore di codesta Chiesa veneziana. Penso altresì al generoso servizio da lui reso alla Parola di Dio, mediante la predicazione di giornate di spiritualità al clero e ai giovani, come pure il fervido impegno nell’attuazione di un autentico spirito liturgico. Elevo fervide preghiere al signore affinché, per intercessione della Beata Vergine Maria, accolga questo suo fedele servitore e insigne Pastore nella celeste Gerusalemme”.

Il cardinale Cè, nato a Izano 88 anni fa (l'8 luglio del 1925),  era ricoverato all’ospedale Ss.Giovanni e Paolo di Venezia dal 19 marzo scorso per la frattura di un femore, in seguito ad una caduta in casa. Le sue condizioni, dopo Pasqua quando aveva ricevuto il sacramento dell'unzione degli infermi, si erano aggravate.

Il ricordo del Patriarca emerito di Venezia era tuttora molto vivo nel Cremasco, territorio con il quale è sempre rimasto presente un legame speciale.

Leggi di più sui giornali di martedì 13 e mercoledì 14 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

13 Maggio 2014