il network

Mercoledì 19 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

In Italia nonostante l'espulsione, albanese arrestato

Rintracciato dai carabinieri all'interno di una sala scommesse

ufficio immigrazione

CREMA - E' stato arrestato un cittadino albanese di 30 anni, pizzicato dai carabinieri all'interno di una sala scommesse cittadina, responsabile di reingresso illegale nel territorio nazionale. A.R. si trova in carcere a Cremona in attesa del rito direttissimo.

L'arresto è storia di mercoledì 30 aprile. Nella mattinata, il 30enne aveva tentato di defilarsi in bicicletta alla vista dei militari impegnati in normali controlli. Un atteggiamento decisamente sospetto. Una volta rintracciato l'albanese, all'interno di una sala scommesse, intorno alle 17, i militari hanno provveduto a tutti gli accertamenti del caso, compresa l'identificazione attraverso il passaporto. Dalle verifiche è emerso che lo straniero era stato espulso dall'Italia il 20 aprile (decreto emesso dal prefetto di Bergamo) con accompagnamento alla frontiera dell'ufficio di polizia dell'aeroporto di Malpensa. L'albanese, che non poteva rientrare in Italia per quattro anni, ha violato il divieto e dieci giorno dopo la sua espulsione è finito nuovamente nei guai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

02 Maggio 2014