il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


AGNADELLO

Pregiudicato evade dai domiciliari
Poi ci ripensa e si consegna

Augusto Milone stava scontando un cumulo di pene (anche per tentato omicidio) presso l'abitazione di alcuni familiari

Pregiudicato evade dai domiciliari
Poi ci ripensa e si consegna
AGNADELLO - I carabinieri di Rivolta d’Adda hanno arrestato Augusto Milone, 42enne di Apricena (FG), evaso dall’abitazione dei parenti ad Agnadello dove dalla scorsa estate stava scontando la pena agli arresti domiciliari disposta dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Bari. L'uomo, infatti, ha a proprio carico un cumulo pene. 
Milone viene ricordato soprattutto per due arresti: nel 2008 per tentato omicidio nei confronti del 38enne, vicino di casa, figlio di un dirigente bancario, colpevole di aver corteggiato la moglie del pregiudicato; l'uomo è stato arrestato, quindi, nel 2010 dai carabinieri della Compagnia di San Severo nell’ambito di una operazione antidroga.
Ora è stato condotto presso la casa circondariale di Cremona in attesa del giudizio per l'evasione accertata in flagranza: a quanto risulta, Milone avrebbe litigato con i familiari in modo violento per ritornare in Puglia; poi si è tornato sui suoi passi e, per evitare una pena più severa, si è presentato in caserma.

12 Aprile 2014