il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


TRESCORE CREMASCO

Il sindaco leghista trova casa ad una coppia di romeni senzatetto

Ma la minoranza di Uniti per Trescore attacca Barbati: "L'alloggio non è a norma, mancano acqua, luce e gas"

Il palazzo municipale di Trescore Cremasco
TRESCORE — Il sindaco leghista si prende a cuore la difficile condizione di una coppia di romeni senzatetto di mezza età e li ospita in una casa comunale. Protagonista Angelo Barbati, che spiega: "Prima viene la nostra gente, siamo d’accordo, ma non potevamo lasciare quelle persone nelle condizioni in cui li abbiamo trovati", ossia accampati in aperta campagna, nella zona chiamata il Cànalet, dove dormivano su due bancali coperti da un telo di cellophane. Da qui la decisione di trasferirli in uno dei tre miniappartamenti dello stabile di proprietà comunale in via Dei Runchei. Un gesto di solidarietà che ha trovato tutti d'accordo? Nemmeno per sogno. La minoranza di ‘Uniti per Trescore’, sul proprio foglio informativo, ha attaccato duramente Barbati, reo di assegnare gli alloggi comunali a piacimento e soprattutto di aver infranto le regole sanitarie poiché il piccolo appartamento non è dotato degli allacci per acqua, luce e gas. "Non siamo contrari ad aiutare chi ne ha bisogno — spiega la minoranza — ma ci chiediamo perché Barbati abbia collocato queste persone in un edificio comunale insalubre e non abitabile". Pronta la risposta del sindaco. "Non me la sono sentita di lasciarli all'addiaccio. L’unica possibilità era di ospitarli in uno dei tre miniappartamenti dello stabile comunale di via Dei Runchei. Abbiamo fornito loro candele, coperte e materassi. La donna ha trovato un lavoro e presto si trasferiranno in una casa in affitto. Che cosa pretende la minoranza? Se non abbiamo un alloggio di emergenza e se lo stabile di via Dei Runchei è messo così male la colpa è loro che hanno amministrato fino a dieci mesi fa lasciando quest’edificio nell’abbandono. Se qualcuno dell’opposizione avesse avuto uno spazio in cui alloggiare questi due signori e me l’avesse fatto sapere io ne sarei stato ben felice". 

27 Marzo 2014