il network

Domenica 16 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMA

Le scuole superiori circondate da sale slot

La nuova legge regionale vieta l'installazione di strumenti per il gioco d'azzardo legale a meno di 500metri dai luoghi sensibili. Ma in città è troppo tardi

Le scuole superiori circondate da sale slot

Istituti scolastici superiori (e con loro i circa 6.000 studenti che li frequentano) circondati dalle sale slot, in barba al nuovo provvedimento voluto dalla regione Lombardia che vieta l’installazione di slot a meno di 500 metri da luoghi sensibili. Tra questi ci sono le scuole. Non un solo istituto si salva. Si comincia dal Pacioli, l’istituto più popoloso del territorio, ai cui studenti basta fare 200 metri per entrare in un bar con slot; non molta strada in più devono percorrere i ragazzi che frequentano i licei di via Stazione, in piazza Garibaldi infatti i luoghi dove trovare slot non mancano. E anche in questo caso gruppi di studenti si trovano appostati a pochi metri, anche per loro la tentazione è a portata di meno. Appena sopra quota 300 metri e dall’istituto Marazzi si raggiunge una sala giochi. Un’altra sala è a poche centinaia di metri dal polo scolastico di via Piacenza, quello che comprende il liceo Artistico e lo Sraffa. Il Cr Forma ‘vanta’ addirittura una sala slot a 200 metri di distanza. La Regione ha vietato l’installazione di slot a meno di 500 metri da luoghi sensibili. Ma per Crema il provvedimento è tardivo. Ma c’è anche chi, tra gestori di locali pubblici, contrasta il fenomeno: l’associazione ‘Senza Slot’ ha ricevuto l’adesione del bar del centro San Luigi di Crema, del Du Pub  sempre in città e del bar Copacabana di Sergnano. Da aggiungere che luoghi sensibili vengono anche considerati oratori, chiese e luoghi di cura. Considerate le dimensioni di Crema tutto è fuori legge. Gioca a favore solo il fatto che il provvedimento non è retroattiva. 

26 Marzo 2014