il network

Giovedì 18 Luglio 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMASCO

Per fermare lo spacciatore in fuga sparano alle gomme dell'auto

Arrestato un 22enne marocchino sorpreso dai carabinieri con 12 dosi di cocaina

Operazione dei carabinieri
Ha investito due carabinieri con l’auto, nel tentativo di sfuggire ad un controllo. E per fermare l’Alfa 147 di un 22enne marocchino, Mohamed M., residente nella Bergamasca, sorpreso l’altro pomeriggio con 12 dosi di cocaina, uno dei militari del nucleo operativo di Crema è stato costretto a sparare agli pneumatici della vettura (un solo colpo, andato a segno). Ora lo straniero si trova in camera di sicurezza, alla caserma cittadina, in attesa di comparire davanti al giudice. Ma per arrestarlo, gli investigatori hanno dovuto ingaggiare una colluttazione e due di loro sono finiti in pronto soccorso, sebbene soprattutto per le conseguenze dell’impatto con la vettura in fuga. I feriti, due sottufficiali del reparto investigativo, se la caveranno in pochi giorni. Le manette dei militari sono scattate poco oltre il confine con la Bergamasca, a Caravaggio. A condurre là i carabinieri in borghese era stato il pedinamento di un cremasco, «noto come assuntore di stupefacenti», hanno spiegato ieri. Mohamed M. sembrava in attesa di clienti, nell’abitacolo dell’Alfa. La vettura è stata circondata dagli investigatori, che si sono immediatamente qualificati. E a quel punto è iniziato il tentativo di fuga: l’uomo ha prima ingranato la retromarcia, costringendo i carabinieri a gettarsi di lato; ma nella manovra, l’auto ha urtato un marciapiede, sfuggendo al controllo. Ed è stato in quel frangente che i sottufficiali sono stati investiti. Il giovane al volante ha comunque pigiato a fondo la tavoletta dell’acceleratore. E se non fosse stato per il colpo che ha messo fuori uso una gomma, si sarebbe allontanato. Ha poi cercato di sbarazzarsi delle dosi, lasciandole cadere a terra; ma sono state subito recuperate: le ‘caramelle’ di cocaina erano racchiuse in una sorta di ovetto trasparente. Il valore della droga è stato stimato attorno ai 500 euro. E lo straniero è stato anche trovato in possesso della patente di guida di un 34enne residente a Caravaggio. Gli investigatori — ha spiegato ieri il capitano Savino — ritengono che si tratti di una sorta di pegno, per l’acquisto di droga «a credito». Nel tardo pomeriggio di sabato, i carabinieri cremaschi hanno perquisito l’abitazione del 22enne di origine nordafricana, dove però non sono stati ritrovati stupefacenti.

17 Marzo 2014