il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


MONTODINE

Addio a don Carlo Marchesi,
l'ex parroco amato da tutti

E' morto all'età di 81 anni nella casa parrocchiale del paese, domani alle 16 i funerali celebrati dal vescovo Cantoni

Addio a don Carlo Marchesi,
l'ex parroco amato da tutti
MONTODINE — Da oltre tre anni non era più alla guida della parrocchia, ma per la maggior parte dei montodinesi continuava ad essere, almeno idealmente, il parroco del paese. Se ne è andato ieri pomeriggio, all’età di 81 anni anni, don Carlo Marchesi, figura amatissima dalla comunità per quello che in oltre tre decenni ha rappresentato sia a livello religioso che a livello civile. Il prete è morto nella sua abitazione all’interno della casa parrocchiale, vittima di un male incurabile che lo debilitava da tempo e che intorno alle 15.30 di venerdì lo ha strappato definitivamente ai suoi cari. I suoi funerali verranno celebrati domani alle 16 nella chiesa di piazza XXV Aprile, presieduti dal vescovo di Crema Oscar Cantoni. Facile immaginare una larga partecipazione popolare: don Carlo aveva legato profondamente con i fedeli, ma anche con chi non era abituale frequentatore della chiesa o dell’oratorio. Un rapporto di stima e di rispetto reciproco costruito in 35 anni di permanenza in paese, dove Marchesi era giunto nel 1979. Nel 2010 aveva lasciato la guida della parrocchia a don Elio Ferri, rimanendo però in paese a disposizione del suo successore e della comunità e rappresentando una sorta di parroco ‘emerito’. Nativo di Madignano, don Carlo era stato ordinato sacerdote nel ‘58. Prima di arrivare a Montodine era stato vicario a San Bernardino di Crema fino al ‘72, quindi parroco a Scannabue per sette anni. «A lui — è il ricordo del vicesindaco Elio Marcarini — va il grazie di tutti i montodinesi per quello che ha fatto per il paese, dove ha vissuto per 35 anni e dove ha scelto di rimanere anche dopo la morte. Era un grande uomo e un grande prete, oltre che un grande amico. Tutti i paesani lo ricorderanno sempre come il loro amato parroco».

15 Marzo 2014