il network

Lunedì 09 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

L'inquinamento non dà tregua:
otto giorni di Pm10 alle stelle

Da venerdì della scorsa settimana la centralina Arpa rileva concentrazioni di polveri sottili superiori alla soglia d'attenzione

L'inquinamento non dà tregua:
otto giorni di Pm10 alle stelle
Otto giorni consecutivi di aria irrespirabile. E’ allarme rosso, in città, per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico. Dopo un periodo di relativa calma, originato dalle abbondanti piogge cadute lo scorso febbraio, torna a dare segnali preoccupanti la centralina Arpa di San Bernardino. E’ da venerdì della scorsa settimana che le polveri sottili assediano l’aria cremasca con concentrazioni ben maggiori di quelle tollerate dalla legge, ossia 50 microgrammi di inquinante per metro cubo d’aria: negli ultimi otto giorni si è andati da un minimo di 56 microgrammi ad un massimo di 92 microgrammi, picco registrato questo giovedì. Domani la situazione dovrebbe migliorare leggermente grazie all'annunciata presenza di venti a bassa quota, utili a disperdere le polveri sottili. Da lunedì, però, gli esperti prevedono l’ennesimo peggioramento dal punto di vista delle concentrazioni di inquinanti, con valori che dovrebbero nuovamente sforare la soglia d’attenzione.

15 Marzo 2014