il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


OSPEDALE

Esami sballati, la Regione chiede i danni

L'assessore alla sanità: "Ci rivarremo affinché la casa farmaceutica rifonda i danni provocati ai pazienti, oltre che all'ospedale»

L'ospedale Maggiore di Crema
La Regione Lombardia è pronta a citare per danni l’azienda che produce il kit che ha causato i test clinici errati all’ospedale Maggiore. «Certamente - annuncia l’assessore alla Salute Mario Mantovani - ci si rivarrà nei confronti della casa farmaceutica perché rifonda i danni provocati ai pazienti, oltre che alla stessa azienda ospedaliera di Crema». Era stata la stessa azienda che produce i kit per il sovradosaggio di paratormone - un esame finalizzato a stabilire la concentrazione di calcio - a informare l’azienda ospedaliera della possibile inattendibilità degli esami eseguiti su 2.467 utenti fra il 7 febbraio del 2013 e lo scorso 14 febbraio. Sono circa 3.500 i pazienti richiamati dal laboratorio d’analisi dell’Ospedale di Crema perché gli esami effettuati nel corso di un intero anno non erano attendibili. E' stato necessario ripetere l’esame perché la Abbott, l’azienda che produce il kit fornito dalla Fora per effettuare il test, ha segnalato che i risultati che vanno dal febbraio 2013 al febbraio 2014 potevano essere sovrastimati fino al 40 per cento.
Approfondimenti sull'edizione cartacea del quotidiano La Provincia in edicola il 15 marzo

14 Marzo 2014