il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Dal maggiordomo alla stireria
Quando il lavoro ti dà la mano

Progetto innovativo del Consorzio Arcobaleno finanziato dalla Regione, servizi gratuiti per oltre 160 lavoratori

Dal maggiordomo alla stireria
Quando il lavoro ti dà la mano

Il servizio di stireria

I panni sporchi? Si lavano al lavoro. Più che un’opportunità è una vera e propria rivoluzione di modi, tempi e ritmi di vita quella che il consorzio Arcobaleno, società a cui fanno capo una decina di cooperative cremasche, sta offrendo ai propri lavoratori. Grazie al progetto ‘Conciliazione famiglia-lavoro’, avviato attraverso un finanziamento regionale di 150mila euro, i novanta dipendenti della cooperativa Scacco matto e i settanta della Archimede possono infatti godere di servizi innovativi e fino a poco tempo fa impensabili sul posto di lavoro. La stireria per esempio, con tre persone (assunte appositamente dal consorzio) che ogni giorno ritirano gli abiti sporchi dei dipendenti e li restituiscono loro come nuovi, oppure il maggiordomo, una figura a disposizione per il disbrigo di piccole commissioni e pratiche urgenti in città (come andare in farmacia o all’ufficio postale). C’è anche la baby sitter, che a seconda delle esigenze può accudire i figli dei dipendenti a domicilio o sul posto di lavoro. Chi ha bambini può sfruttare anche l’attività del dopo scuola, mentre per la prossima estate è allo studio una sorta di Grest aziendale. Chi invece deve badare a parenti anziani o a persone disabili può sfruttare l’assistente domiciliare, ma anche frequentare il corso di formazione per imparare a prendersi cura nel migliore dei modi dei propri cari. «Tutti i servizi sono offerti gratuitamente — spiega Simona Scandelli, presidente del consorzio Arcobaleno — e puntano a conciliare il più possibile i tempi del lavoro con quelli della vita privata». Il catalogo delle opportunità si sta ampliando di settimana in settimana, cercando di andare incontro a tutte le esigenze dei dipendenti: «Al momento i servizi più richiesti sono quelli della stireria e della baby sitter — spiega Christian Fiorini, responsabile del progetto —, ma l’idea del Grest estivo per i figli sta già riscuotendo molto successo». Il Consorzio Arcobaleno è una delle poche realtà cremasche a sviluppare il tema della conciliazione, la prima a farlo in maniera così consistente e strutturata: «Ci avevamo provato già un paio d’anni fa grazie ad un bando della Camera di Commercio — precisa Fiorini —, ora questo importante contributo della Regione Lombardia ci permette di svilupparlo al meglio. Speriamo sia da esempio per molte altre realtà del territorio».

13 Marzo 2014