il network

Giovedì 21 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Fai, per le 'giornate di primavera'
porte aperte a palazzo Donati

Sabato e domenica visite guidate nell'antica dimora di via Marazzi, ciceroni d'eccezione gli studenti del liceo classico Racchetti

Monica Scandelli, Livia Severgnini, Francesca Bottini
Seconda edizione cremasca alle porte per ‘Le giornate di primavera’ del Fondo Ambiente Italiano (Fai). L’appuntamento è per sabato e domenica, quando la delegazione locale offrirà la possibilità di visitare in esclusiva gli interni di uno degli edifici più antichi e ricchi di storia della città: palazzo Donati de Conti di via Marazzi, in passato già dimora delle famiglie Benzoni, Scotti e Martini Giovio della Torre. A dare il benvenuto ai curiosi sarà la padrona di casa Severina Donati De Conti, che ha accolto di buon grado la proposta del Fai, mentre a fare da ciceroni saranno gli studenti del liceo classico Racchetti affiancati dai loro professori e dalla storica dell’arte Eva Coti Zelati. «Visitare il palazzo sarà una grande sorpresa» ha assicurato in conferenza stampa Cesare Alpini, altro esperto ‘amico’ del Fai. L’ingresso sarà gratuito e organizzato a gruppi di 60 persone. Come sottolineato dalla responsabile cremasca dei Fai Monica Scandelli, visto anche il pienone di gente dello scorso anno, è preferibile prenotare la propria visita collegandosi online al sito dell’associazione. Le porte del palazzo apriranno dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30, sia sabato che domenica.

20 Marzo 2014