il network

Martedì 17 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Trovata dose di marijuana nel cortile del Munari

Durante la visita della Guardia di Finanza richiesta dalla preside per sensibilizzare i ragazzi sui rischi degli stupefacenti

Trovata dose di marijuana nel cortile del Munari
In virtù di uno specifico protocollo, siglato con la prefettura in tema di legalità e di prevenzione dei rischi connessi agli stupefacenti, la dirigenza dell'artistoco Munari ha richiesto ed ottenuto un intervento della Guardia di finanza, con un’ispezione nei locali scolastici e l’impiego di cani addestrati nella ricerca di dosi. Il tutto, in chiave essenzialmente preventiva. A spiegarlo è lo stesso comandate provincia delle Fiamme gialle, il colonnello Alfonso Ghiraldini: "Si è trattato di un servizio concordato con la presidenza della scuola".  "Il fine non era certo repressivo, ma dissuasivo e confidiamo che possa rappresentare un incentivo anche per altri istituti che ne seguano l’esempio" ha aggiunto il tenente Naique Palla, al comando del presidio cremasco della Finanza e coordinatrice sul campo del controllo eseguito lunedì al liceo artistico. Complessivamente, sono stati dieci i militari che hanno preso parte alla mattinata nel segno della prevenzione, con l’impiego di due ‘unità cinofile’. I cani hanno ispezionato il cortile della scuola, dove sono stati trovati due grammi di marijuana abbandonati a terra. Mentre all’interno dell’istituto e più precisamente nei bagni — ha aggiunto il tenente Palla — è stato "rinvenuto uno strumento, utiizzato per sminuzzare le foglie di marijuana". I cani antidroga sono passati anche in alcune delle classi, senza però evidenziare alcuna presenza di stupefacenti.

19 Febbraio 2014