il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Ex scuola di Cl, le proprietà della Charis vanno all'asta

Lo ha deciso il liquidatore Alessandro Bani che lo ha comunicato al sindaco Stefania Bonaldi

Il cantiere alla cascina Valcarenga
Le proprietà della Fondazione Charis, in liquidazione esattamente da un anno, non potranno essere cedute ai creditori a copertura di quanto reclamano e come era stato da loro richiesto, ma dovranno essere messe all’asta. Lo ha comunicato ieri il liquidatore Alessandro Bani al sindaco di Crema Stefania Bonaldi e al presidente dell’amministrazione provinciale Massimiliano Salini, nell’incontro avvenuto presso la sede della Provincia a Cremona. Le proprietà saranno assegnate nel corso di tre aste distinte, che si terranno a Cremona, Milano e Torino. Questa comunicazione allunga i tempi per una soluzione del problema legato al riutilizzo del cantiere della ex scuola di Cl e soprattutto spinge più in là nel tempo la realizzazione del nuovo polo scolastico di Crema, deputato ad accogliere la sede unica del liceo Racchetti. Il sindaco ha chiesto al liquidatore di verificare comunque se esistano altre possibilità di un riutilizzo pubblico della ex scuola di Cl, in alternativa al polo scolastico che la Provincia avrebbe voluto edificare a San Bartolomeo. Questa posizione del Comune ha fatto emergere da parte della Provincia il disagio per un allungamento dei tempi e per l’incertezza che comporta il fatto di voler insistere su un’opzione che viene valutata da Salini come impraticabile. Nonostante questa comunicazione da parte del liquidatore renda più difficile la soluzione caldeggiata anche dal Comitato per il riutilizzo del cantiere di Cl, i suoi membri hanno deciso di consegnare lunedì alla Provincia le 4000 firme raccolte a sostegno di questa operazione.

14 Febbraio 2014