il network

Giovedì 12 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Un solo bus per centinaia di studenti
In molti restano a piedi

Il problema si presenta tutti i sabati per i ragazzi del Da Vinci e del Racchetti, protestano i genitori

Bus in attesa di partire sul piazzale della stazione ferroviaria
Ogni sabato a mezzogiorno la stessa storia. Il pullman di Autoguidovie della linea che collega Crema con Spino d’Adda, corsa che dovrebbe riportare a casa molti dei ragazzi che vivono nell’Alto cremasco e frequentano i licei Da Vinci e Racchetti, è sempre stracolmo e spesso e volentieri l’autista è costretto la lasciare a piedi decine di studenti, obbligati ad attendere le corse successive, disponibili solo dopo le 13. A denunciare la situazione, che sta sollevando lamentele tra i genitori dei ragazzi, con telefonate agli stessi autisti della società milanese, è Enzo Galbiati rappresentante sindacale della categoria. "Ho più volte ricevuto chiamate da mamme e papà — spiega — che si lamentano per il fatto che i figli arrivano a casa un’ora dopo il previsto per questa mancanza di mezzi aggiuntivi. Nonostante le segnalazioni nulla è stato fatto, ad esempio prevedere almeno una corsa in più. Anzi, l’autista del mezzo in questione, un bus da 12 metri del tutto insufficiente per il gran numero di studenti, mi ha spiegato che dalla società gli sono arrivate precise indicazioni per saltare le fermate successive a quelle della stazione ferroviaria, nel caso in cui il bus sia pieno".

11 Febbraio 2014

Commenti all'articolo

  • PFG

    2014/02/11 - 17:39

    Così lasciano a piedi chi paga. A quando le multe per l'AGI?! Quando il servizio non funziona le autoguidovie DEVONO pagare.

    Rispondi