il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


PULLMAN

Cambio di data, lunedì 13 sciopero degli autisti

La nuova astensione dal lavoro del personale di Autoguidovie era stata inizialmente programmata per mercoledì 15

I pullman di Autoguidovie
Si profila una giornata da incubo, quella di oggi, per le centinaia di pendolari e per i tremila studenti del Cremasco, Milanese, Lodigiano e Bergamasco che utilizzano i pullman di Autoguidovie. I 120 autisti della holding milanese che lavorano sulle linee del territorio saranno in sciopero sino alla mezzanotte. Con loro si astengono dal lavoro anche i 420 colleghi dell’area Sud milanese e della Brianza. Il servizio dei pullman di linea è garantito solo nelle fasce di rispetto previste dalla legge: dalle 5,30 alle 8,30 e dalle 15 alle 18. Nei rimanenti orari sarà molto difficile trovare un pullman di Autoguidovie in servizio, soprattutto se lo sciopero registrerà la massiccia adesione della prima astensione dal lavoro, organizzata lo scorso 10 dicembre. In quella giornata la protesta fu solo di 4 ore (dalle 11 alle 15). Vi partecipò il 96% degli autisti di Agi in servizio nel Cremasco. Percentuali simili si registrarono anche nelle altre due aree regionali in cui la holding ha in appalto il servizio di trasporto pubblico su gomma. A subire i maggiori disagi furono gli studenti delle superiori cittadine che non trovarono bus per rientrare a casa al termine delle lezioni. Oggi si prevedono problemi anche per i pendolari, che nel tardo pomeriggio dovranno tornare da Milano verso il Cremasco, o raggiungere i comuni dell’Alto cremasco dalla stazione ferroviaria di Treviglio.  Chi si organizzerà per anticipare l’uscita dal lavoro, in modo da prendere un pullman tra le 15 e le 18, non avrà disagi; ma per coloro che non potranno anticipare il rischio è di restare a piedi. 
Gli autisti protestano contro l’esternalizzazione di alcune mansioni, decisa nei mesi scorsi dall’azienda. Tra queste la pulizia e dei pullman, compito che garantiva ai conducenti un introito supplementare in busta paga. Altro problema i tagli che Agi ha inserito da settembre 2013 sui tempi di percorrenza dei bus, senza che siano diminuite le distanze da coprire. Ciò, secondo gli autisti, causa ritardi e costringe i conducenti a correre più del dovuto. Ieri, sullo sciopero è intervenuto anche il consigliere regionale del Pd Agostino Allonii, tornato ad accusare di inazione l’amministrazione provinciale: «Siamo arrivati ad una situazione incomprensibile — ha spiegato Alloni —: la Provincia avrebbe dovuto affrontare per tempo la questione, invece preferisce restare a guardare»
Si profila una giornata da incubo, domani, per le centinaia di pendolari e per i tremila studenti del Cremasco, Milanese, Lodigiano e Bergamasco che utilizzano i pullman di Autoguidovie. I 120 autisti della holding milanese che lavorano sulle linee del territorio saranno in sciopero sino alla mezzanotte. Con loro si astengono dal lavoro anche i 420 colleghi dell’area Sud milanese e della Brianza. Il servizio dei pullman di linea è garantito solo nelle fasce di rispetto previste dalla legge: dalle 5,30 alle 8,30 e dalle 15 alle 18. Nei rimanenti orari sarà molto difficile trovare un pullman di Autoguidovie in servizio.

12 Gennaio 2014

Commenti all'articolo

  • PFG

    2013/12/19 - 14:02

    Alle autoguidovie non fanno alcun danno, tanto la maggior parte delle entrate le fanno i nostri abbonamenti pagati con largo anticipo, e poi mica pagano le ore che gl'autisti non fanno! Gl'unici che sono colpiti siamo noi poveri cristi, che se scioperiamo noi non facciamo del male a nessuno e ci smeniamo di tasca nostra...

    Rispondi