il network

Giovedì 25 Febbraio 2021

Altre notizie da questa sezione

Blog


IL QUOTIDIANO IN CLASSE

Le notizie «vanno a scuola». Sui banchi c’è La Provincia

Nella 5° A del corso di Chimica al Galilei con la docente di Diritto Carla Ricci: dallo sport alla politica

Le notizie «vanno a scuola». Sui banchi c’è La Provincia

CREMA (18 febbraio 2021) - «Iniziano quasi sempre leggendo le notizie di sport e quindi passano a quelle locali. Poi, pian piano, si interessano agli argomenti di cronaca nazionale e di politica». Carla Ricci, docente di Diritto dell’istituto superiore Galileo Galilei, coordina il progetto Il quotidiano in classe, al quale la scuola diretta da Maria Grazia Crispiatico aderisce ormai da diversi anni. È lei a spiegare l’attitudine degli studenti verso l’iniziativa promossa dall’Osservatorio permanente giovani editori. «In quest’anno scolastico abbiamo deciso di proporla agli studenti delle classi quinte e quarte. Oltre a me, partecipano altri colleghi di Lettere e di Diritto che portano avanti il progetto anche nelle terze e qualche volta nel biennio. Quest'anno abbiamo dovuto interrompere l'attività per un lungo periodo, a causa delle lezioni a distanza, ma ora abbiamo ripreso da una settimana». Il progetto durerà l’intera annata. I quotidiani che si utilizzano al Galilei sono La Provincia e Il Sole 24 Ore. Ieri mattina, la lettura del giornale ha riguardato i 28 studenti della 5A del corso di Chimica, materiali e biotecnologie. «Sostengo da sempre — spiega Ricci — la necessità che i ragazzi imparino a leggere un quotidiano. Per questo motivo, noi docenti cerchiamo di stimolarli a farlo, perché essere cittadini consapevoli significa anche essere informati su ciò che accade». Ogni allievo ha la propria copia del quotidiano, che a fine giornata si porta a casa. «In questo modo, anche i familiari hanno l’opportunità di leggere. Sono purtroppo poche le famiglie nelle quali entra un giornale e quando ciò avviene è quasi sempre locale». L’insegnante coordinatrice dell’iniziativa illustra le modalità con cui i quotidiani vengono utilizzati in classe: «Scegliamo una notizia, la leggiamo, la commentiamo e facciamo dei confronti tra la cronaca nazionale e quella locale. Inoltre, ci soffermiamo sui diversi stili di scrittura. La lettura serve anche per imparare un nuovo registro della lingua. L'obiettivo principale rimane però quello di ravvivare nei giovani il desiderio di informarsi in un modo che non sia quello loro abituale di Internet e di favorire la voglia di leggere. Agli studenti l'attività del Quotidiano in classe piace; per loro rappresenta qualcosa di nuovo e di diverso al solito».
Il progetto Il Quotidiano in classe è stato ideato e lanciato dall’Osservatorio permanente giovani-editori nel settembre del 2000. L’obiettivo è fare dei giovani di oggi i cittadini liberi di domani, attraverso l’informazione. L’iniziativa porta nella maggior parte delle scuole superiori italiane alcuni tra i più importanti ed autorevoli quotidiani nazionali e locali. L’Osservatorio propone agli insegnanti anche tecniche di utilizzo del giornale. Gli istituti scelgono le classi da coinvolgere e i giorni in cui proporlo e fanno richiesta del numero di copie necessarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Febbraio 2021

Commenti all'articolo

  • renzo

    2021/02/23 - 13:28

    Ma non dovrebbe essere la scuola che va verso la notizia, ora che la scuola ha i banchi con le rotelle?

    Rispondi