il network

Domenica 28 Febbraio 2021

Altre notizie da questa sezione

Blog


TRESCORE CREMASCO

Furbetto del Cashback al distributore: cinque 'strisciate' per un pieno

Usa il Bancomat a ripetizione in pochi minuti: importi minimi per arrivare a 90 pagamenti

Pieno a rate per aggirare il Cashback

TRESCORE CREMASCO (25 gennaio 2021) - Cosa non si fa per ottenere il rimborso di parte della spesa dei propri acquisti, effettuati con carte di credito e bancomat ovvero il sistema introdotto da poco e noto come Cashback. Nei giorni scorsi, un automobilista si è fermato alla stazione di servizio di Graziano Bossi, che si trova sulla provinciale per Crema e Vailate. Sceso dall’auto ha inserito il bancomat nella cassa automatica, per pagare il carburante. Ha eseguito l’operazione cinque volte in altrettanti minuti, selezionando in ogni occasione cifre irrisorie: da un massimo di 5 euro ad un minimo di 2,44. Insospettito da questo comportamento lo stesso Bossi è uscito dal negozio – il distributore è anche officina di riparazione biciclette oltre che rivendita e noleggio di due ruote – per chiedere spiegazioni all’automobilista. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Gennaio 2021

Commenti all'articolo

  • suo

    2021/01/26 - 17:23

    Che titolo sarebbe ? Furbetto, non ruba nulla a nessuno anzi paga, chi ruba è seduto a Roma e non pubblica scontrini anzi mete il veto dove sperpera i soldi di tutti, e non sarebbe nemmeno da chiamarli furbetti ma delinquenti. Invece vengono sostenuti e acclamati.

    Rispondi

  • Antonio

    2021/01/26 - 13:35

    Non mi sembra ci sia una legge che lo vieta, anzi c'è una legge fatta con i piedi da un governo di incompetenti che incentiva queste operazioni.

    Rispondi

  • renzo

    2021/01/25 - 18:54

    Ribadisco legge assurda fatta coi piedi. Questa ne è la dimostrazione...

    Rispondi