il network

Giovedì 25 Febbraio 2021

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Pioltello, il video-ricordo del Comitato Pendolari Cremaschi

Tre anni fa, il 25 gennaio 2018, la tragedia ferroviaria nella quale persero la vita Alessandra Giuseppina Pirri, Ida Maddalena Milanesi e Pierangela Tadini

Pioltello, il video-ricordo del Comitato Pendolari Cremaschi

CREMA (25 gennaio 2021) - Con questo comunicato, non potendo commemorare in presenza le vittime, stamane il Comitato pendolari cremaschi ha voluto ricordare la tragedia di Pioltello, avvenuta il 25 gennaio 2018.
"Tre anni fa, oggi, abbiamo perso tutti qualcosa. Chi tanto e chi decisamente troppo. Una madre, una figlia, una moglie, un'amica o una collega. A loro niente e nessuno potrà mai restituire Ida, Pierangela e Alessandra. Abbiamo perso tutti serenità e spensieratezza nell'affrontare la nostra vita pendolare! Ci siamo trovati o abbiamo trovato i nostri compagni di viaggio nel freddo di quei due vagoni accartocciati. Squarciando dolorosamente il velo sul sistema ferroviario. Oggi siamo ancora tutti fermi lì, con immagini indelebili negli occhi, a ricordare e ad aspettare. È impossibile dimenticare e obbligatorio ricordare a tutti che noi siamo qui ad aspettare giustizia e verità. Per i passeggeri del 10452 e per chiunque, perché usando un treno in regione Lombardia per andare a scuola o al lavoro, non debba temere di non tornare più a casa. Grazie ai sindaci per l'aiuto Gianluca Galimberti, Stefania Bonaldi, Pietro Fiori, Diego Vairani, Claudio Bolandrini, Damiano Cattaneo, Juri Imeri. Grazie alla musica e agli arrangiamenti dei Valéry Larbaud e a Federico Luccini del Corpo Bandistico "Igino Robbiani" - Soresina".

A tre anni dal disastro ferroviario di Pioltello, in cui hanno perso la vita tre donne - Alessandra Pirri, Ida Milanesi e Pierangela Tadini - e decine di persone sono rimaste ferite, il consigliere regionale Matteo Piloni questa mattina, a nome di tutto il gruppo regionale del Pd, è stato a Capralba e a Caravaggio per ricordare le vittime, davanti alle pietre d'inciampo posate nelle due stazioni che portano i loro nomi. “Un anniversario che è doveroso e necessario ricordare – scrive Piloni sul suo profilo Facebook -. Per non dimenticare le vittime e per rinnovare ogni sforzo volto a migliorare il servizio ferroviario della nostra Regione e a garantire la sicurezza e la qualità del viaggio ai nostri pendolari”. “Insieme ai sindaci e ai pendolari della zona, chiediamo verità e giustizia – aggiunge il consigliere dem – e ribadiamo la necessità che sui treni lombardi siano garantite non solo puntualità ed efficienza, che in questo anno segnato dalla pandemia sono venute ancor più a mancare, ma la massima sicurezza, perché non si ripetano mai più tragedie come questa”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Gennaio 2021

Commenti all'articolo

  • suo

    2021/01/25 - 12:41

    Come sempre finirà che la colpa l'hanno i morti !

    Rispondi