Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

La morte di Sabrina, nuove tecniche per studiare i resti

Ancora tempo per i risultati della perizia. La famiglia in attesa di celebrare il funerale: «Natale d’angoscia»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

12 Gennaio 2021 - 07:07

La morte di Sabrina, nuove tecniche per studiare i resti: proroga

CREMA (12 gennaio 2021) - Nuova proroga in vista, per la perizia chiave sulla morte di Sabrina Beccalli. L’anatomopatologa Cristina Cattaneo ha infatti proposto l’utilizzo di tecniche innovative per analizzare i frammenti ossei, trovati nella Panda carbonizzata della 39enne. E stando alle indiscrezioni, le sarà concesso il «breve» tempo necessario. Nel frattempo, la famiglia dell’operaia, attraverso l’avvocato Antonino Ennio Andronico che l’assiste, non fa mistero d’aver trascorso un «Natale d’angoscia, nell’attesa di poter celebrare il funerale». «Sino al riconoscimento, attraverso il Dna — spiega il professionista, che ha scelto come consulente l’ex generale dei Ris Luciano Garofano — non è possibile ottenere il certificato di morte...».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400