il network

Lunedì 23 Novembre 2020

Altre notizie da questa sezione

Oggi...


IL NODO DEL TRASPORTO

Metropolitana fino a Paullo: «Progetto ok e pure i soldi»

Dal terminal di San Donato. Piloni: «Sul tavolo un miliardo e 100 milioni. Ora il territorio deve fare squadra»

Metro

CREMA (22 ottobre 2020) - Sarebbe la fine di un incubo, quello delle quotidiane code sulla Paullese, con annessi inquinamento e incidenti. Nei 209 miliardi di euro che il Governo ha in animo di mettere sul piatto per dare una scossa elettrica all’economia provata dalla pandemia, c’è anche la possibilità che venga finanziato il prolungamento della linea tre della metropolitana milanese sino a Paullo. «Stiamo parlando delle risorse del Recory fund, richiesto dall’Italia all’Unione europea per arginare il devastante impatto del Covid 19» precisa il consigliere regionale di minoranza Matteo Piloni. L’esponente cremasco del Pd, spiega le ultime novità per il Cremasco: «Il ministro per gli Affari europei Ezio Amendola ha già scritto a Città metropolitana milanese, chiedendo un elenco di opere prioritarie che necessitano di finanziamenti. C’è una condizione ben precisa, devono esserci già i progetti: è il caso del prolungamento di M3 uno studio esiste». Si tratta dello studio che prevede sei nuove stazioni, con un tracciato in gran parte in superficie e il capolinea a Paullo, dove verrebbe realizzato un hub di interscambio ferro-gomma. Una manna dal cielo non solo per i Comuni del Milanese e Lodigiano, ma anche per le migliaia di pendolari cremaschi che ogni giorno rimangono imbottigliati lungo l’ex statale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Ottobre 2020