il network

Lunedì 21 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS

Crema, al Pacioli metà in classe e gli altri ancora a casa

Problemi di spazi e mobilità: 19 delle 67 classi dell’istituto, per un totale di 450 alunni, lavoreranno con didattica mista: lezioni sulla piattaforma Meet a settimane alterne

Crema, al Pacioli metà in classe e gli altri ancora a casa

CREMA (14 settembre 2020) - Diciannove delle 67 classi che compongono l’istituto superiore Pacioli, per un totale di circa 450 alunni, lavoreranno in modalità di didattica mista. A settimane alterne, metà degli studenti di queste classi saranno in aula in presenza e l’altra metà seguirà le stesse lezioni da casa attraverso la piattaforma Meet. La decisione è stata presa dalla dirigente Paola Viccardi per evitare che non venga superato il numero di allievi consentito in ciascuna aula, in base alle regole sul distanziamento sociale. L'esigenza della didattica mista o integrata, che dir si voglia, deriva dal fatto che il Pacioli non dispone di un numero adeguato di aule sufficientemente grandi per garantire il distanziamento fisico, indispensabile per evitare il diffondersi del contagio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Settembre 2020