il network

Lunedì 21 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMA. FINALPIA, IL FUTURO DELL'ALBERGO

«Sì alla vendita della ex colonia ma rischiosa la fusione con Fbc»

Il sindaco Stefania Bonaldi rompe il silenzio e spiega la sua soluzione per la struttura, oggi trasformata in un hotel

Finalpia

L'ex colonia marina cremasca di Finalpia

CREMA (12 settembre 2020) - «Sì alla vendita dell'Hotel del Golfo di Finale Ligure, no alla fusione tra la Fondazione Finalpia e la Fondazione benefattori cremaschi». Incalzata dalle opposizioni in consiglio comunale, il sindaco Stefania Bonaldi esprime in maniera chiara la sua posizione sul futuro della ex colonia marina cremasca, difendendo l'operato del Cda che la amministra e dicendosi disponibile al dialogo trab forze politiche. «Da un anno – afferma il sindaco – propongo alla politica di discutere del futuro di Finalpia, ma da allora non ci sono state reazioni. I consiglieri di minoranza hanno la memoria corta». Bonaldi spiega la sua posizione: «Io sono per alienare l’immobile e destinare i proventi alla realizzazione di una struttura per anziani e minori: discutiamone». In riferimento alla vicenda giudiziaria legata alla Comfort Hotels, gestore sfrattato per gravi inadempienze contrattuali, e all’arresto del socio Alfonso Pio, qualificato come esponente della 'Ndrangheta, il sindaco difende l'operato della Fondazione, ente autonomo di cui il sindaco nomina il Cda. «Il consiglio non ha responsabilità; semmai è parte lesa. Lunedì reintegrerò il consigliere mancante (dopo le dimissioni di Camillo Cugini, Ndr) e il Cda durerà in carica sino alla fine del mio mandato, con adeguamento statutario già richiesto al fine di allineare le scadenze amministrative dei due enti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Settembre 2020