Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Non ci sono tracce della droga nella casa dov’è morta Sabrina

Proseguono le indagini sul caso della 39enne svanita nel nulla a Ferragosto, indagato per omicidio Alessandro Pasini che sostiene sia stata stroncata da un mix di eroina e cocaina

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

07 Settembre 2020 - 08:07

Non ci sono tracce della droga nella casa dov’è morta Sabrina

CREMA (7 settembre 2020) - Non c’erano tracce di droga nell’appartamento di via Porto Franco, in cui è morta Sabrina Beccalli, la mamma 39enne svanita nel nulla all’alba del giorno di Ferragosto e che l’amico, finito in carcere con l’accusa d’averla assassinata, sostiene sia stata stroncata da un mix di eroina e cocaina. L’indiscrezione, su quanto riscontrato dai Ris nel corso del sopralluogo compiuto nell’abitazione del quartiere di Castelnuovo, filtra a poche ore dall’avvio delle operazioni peritali, per dirla come il codice. Vale a dire l’esame dei reperti sequestrati nell’appartamento dell’ex convivente dell’unico indagato, Alessandro Pasini; ma anche dei resti scoperti nella vecchia Panda della donna, data alle fiamme dall’impiegato e vicino di casa 45enne la notte del 15 agosto. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400