il network

Domenica 25 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Non ci sono tracce della droga nella casa dov’è morta Sabrina

Proseguono le indagini sul caso della 39enne svanita nel nulla a Ferragosto, indagato per omicidio Alessandro Pasini che sostiene sia stata stroncata da un mix di eroina e cocaina

Non ci sono tracce della droga nella casa dov’è morta Sabrina

CREMA (7 settembre 2020) - Non c’erano tracce di droga nell’appartamento di via Porto Franco, in cui è morta Sabrina Beccalli, la mamma 39enne svanita nel nulla all’alba del giorno di Ferragosto e che l’amico, finito in carcere con l’accusa d’averla assassinata, sostiene sia stata stroncata da un mix di eroina e cocaina. L’indiscrezione, su quanto riscontrato dai Ris nel corso del sopralluogo compiuto nell’abitazione del quartiere di Castelnuovo, filtra a poche ore dall’avvio delle operazioni peritali, per dirla come il codice. Vale a dire l’esame dei reperti sequestrati nell’appartamento dell’ex convivente dell’unico indagato, Alessandro Pasini; ma anche dei resti scoperti nella vecchia Panda della donna, data alle fiamme dall’impiegato e vicino di casa 45enne la notte del 15 agosto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Settembre 2020