il network

Sabato 15 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


AGNADELLO

Assessora o sindaca: no, in consiglio solo il maschile

Bocciata la mozione presentata da Maura Cesana: voto contrario arrivato dalla maggioranza leghista

Assessora o sindaca: no, in consiglio solo il maschile

AGNADELLO (1 agosto 2020) - «Sindaca», «assessora», «consigliera»: sono i termini del cosiddetto linguaggio di genere che non compariranno però negli atti amministrativi del Comune di Agnadello. È stata infatti bocciata dal consiglio comunale la mozione presentata dal gruppo di minoranza Lista per Agnadello che ne proponeva l’introduzione. Decisivo il voto contrario della maggioranza leghista. «Da donne prima di tutte, a nome di tutta la maggioranza – ha detto l’assessore alla cultura Jessica Magurno - siamo fermamente convinte che non servano campagne mediatiche o mozioni stucchevoli nelle quali l’unico impegno che si chiede è quello di cambiare la desinenza finale di una parola. Siamo orgogliose del ruolo che ricopriamo. Il termine usato per indicarlo non è né femminile né maschile ma indice di una carica che ricopriamo non perché uomini o donne in quanto tali ma in quanto persone capaci e competenti e perché ci è stata accordata una fiducia dai cittadini».
La delusione della Lista per Agnadello è stata espressa dal consigliere (consigliera) Maura Cesana: «Approvare il testo di questa mozione – ha spiegato - non significa perpetrare uno stravolgimento della lingua italiana, come garantisce l'Accademia della Crusca nelle sue scrupolose indicazioni, ma un adeguamento al genere femminile del linguaggio usato dalla pubblica amministrazione». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

31 Luglio 2020

Commenti all'articolo

  • Rodolfo

    2020/08/02 - 16:35

    Con tutti i problemi che abbiamo........

    Rispondi

  • renzo

    2020/08/01 - 11:18

    Ma ghee mia ater de pensaaaa?

    Rispondi