il network

Lunedì 10 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


SPINO D'ADDA

'Subito al lavoro chi ha il reddito di cittadinanza'

Il vicesindaco Galbiati: 'Dal governo diano il via a impiegare queste persone nelle manutenzioni'

'Subito al lavoro chi ha il reddito di cittadinanza'

SPINO D’ADDA (28 luglio 2020) - «L’avevo detto un mese fa, chiedendo di sbloccare la situazione: niente si è mosso. Purtroppo, i nodi vengono al pettine? Adesso che abbiamo estremo bisogno di una mano, con mezzo paese che ancora paga le conseguenze della tromba d’aria di venerdì, siamo a piedi, con tutte le difficoltà che ciò comporta in primis per i cittadini. Ritengo sia sempre più scandaloso che coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza, 19 persone solo a Spino, stiamo a casa, quando potrebbero benissimo essere impiegati in lavori socialmente utili». Ad alzare nuovamente la voce su questo tema è il vicesindaco Enzo Galbiati. Da tempo chiede ai colleghi amministratori locali di unire le forze e fare pressioni sugli enti superiori, soprattutto i rappresentanti cremaschi eletti in Parlamento, per fare in modo che i Comuni possano utilizzare chi percepisce il reddito di cittadinanza per le piccole manutenzioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Luglio 2020

Commenti all'articolo

  • They

    2020/07/29 - 07:00

    Fare lavorare chi non vuole lavorare sarà dura visto che comunque prendono uno stipendio alla faccia di chi dovrebbe andare in pensione ma continuano ad allungargli il momento!

    Rispondi

  • Edgardo

    2020/07/29 - 04:05

    Complimenti all'onestà intellettuale del Vicesindasco giacché di tratta di dote rarissima! Bravo, ma sarà inascoltato.

    Rispondi

  • renzo

    2020/07/28 - 11:49

    Il tutto avrebbe una logica, ma siamo in Italia, nazione dove vige la furbizia, il vizio di fregare il prossimo, coltivare il proprio orticello, insomma il senso di Nazione: ZERO. Non ci sarebbe bisogno di chiamarli al lavoro, dovrebbero essere LORO a farsi avanti , se hanno una dignità!

    Rispondi